pensioni giovani
|

La truffa dei falsi invalidi, 30 indagati a Napoli

Scopera l’ennesima truffa all’Inps. A Napoli stamattina è partita un’operazione dei Carabinieri contro i falsi invalidi con l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di una trentina di indagati, in parte agli arresti domiciliari e in parte destinatari di un obbligo di firma.

 

LEGGI ANCHE: Il pianoforte della stazione di Napoli è stato distrutto (ma tornerà in un mese, dice Grandi Stazioni)

 

NAPOLI, FALSI INVALIDI SCOPERTI A LAVORARE –

Le persone iscritte nel registro degli indagati percepivano una pensione di invalidità senza avere i requisiti. Nel corso delle indagini gli indagati sono stati scoperti da telecamere nascoste a lavorare in vari negozi della città. I militari hanno dato esecuzione anche ad un decreto di sequestro preventivo per equivalente di beni mobili e immobili per un importo pari a 2 milioni e 420mila euro. La somma sottoposta a sequestro preventivo è ritenuta dagli investigatori quella corrispondente alle pensioni di invalidita’ ricevute indebitamente.

L’operazione dei carabinieri della compagnia Napoli Centro esegue l’ordinanza di custodia cautelare emessa emessa dal gip di Napoli su richiesta della locale Procura. Gli indagati sono ritenuti responsabili a vario titolo dei reati di concorso in truffa ai danni di ente pubblico, contraffazione di certificazioni mediche, falsità ideologica da parte di pubblico ufficiale in atto pubblico.

(Foto da archivio Ansa)

TAG: Napoli