Protesti cancellati con tangenti, coinvolto Marco Baldini
|

Tangenti Anas: tutte le trame della Dama Nera contro il «massone di Renzi»

Continuano a riservare sorprese le indagini sulle presunte tangenti Anas in cui è coinvolta Antonella Accroglianò, ormai celebre come “la Dama Nera”, che negli atti dell’inchiesta riportati dal Corriere della Sera appare impegnatissima a decidere nomine e appalti, cercando di muovere più politici possibile.

LA DAMA NERA E LE SUE TRAME

Ecco qualche scorcio degli atti

Gli atti dell’inchiesta condotta dai pubblici ministeri Francesca Loy e Maria Calabretta rivelano i retroscena dell’attività della «Dama nera», delegata ai rapporti con gli imprenditori e disponibile a sbloccare i loro pagamenti in cambio di tangenti. E ricostruiscono i tentativi di impedire l’arrivo al vertice dell’Azienda di Stato dell’attuale presidente Gianni Vittorio Armani che lei definisce «un massone di Renzi».

E ancora

Nel gennaio scorso Ciucci deve rispondere in Senato alle interrogazioni sul viadotto Scorciavacche inaugurato a Natale e crollato a Capodanno. Scrivono gli investigatori: «Si segnalano gli indebiti tentativi — riusciti — posti in essere da diversi funzionari pubblici di condizionare le decisioni di alcuni parlamentari. Veniva accertato come Accroglianò, Alfredo Bajo, Alberto Brandani, Elisabetta Parise si attivassero con i senatori Maurizio Gasparri Altero Matteoli, Salvatore Margiotta e l’onorevole Marco Martinelli per tentare e riuscire a limitare le eventuali ripercussioni che avrebbero potuto riguardare l’assetto strutturale dell’azienda e quindi gli incarichi ricoperti dagli stessi anche a seguito del crollo».

Insomma, con i politici la Dama Nera è a suo agio

A maggio Accroglianò cerca sponsor politici perché pensa soprattutto al suo futuro, più volte dice di voler diventare capo dell’Ufficio gare e appalti. Per questo contatta il senatore Maurizio Gasparri con il quale si mostra in confidenza tanto da «avergli organizzato la festa dei calabresi l’11 giugno e altri eventi». Poi riferisce il contenuto dell’incontro alla collega Elisabetta Parise: «Siccome il nuovo presidente Anas è contro le raccomandazioni politiche gli ho detto di comunicare ad Armani che c’hai due amiche, due persone di riferimento, piano terra e quarto piano. Poi se ci vuole conoscere lui o ci vuoi presentare tu, fai come vuoi, io tutte le settimane sono qua…».