joe biden
|

Joe Biden verso la candidatura a USA 2016

Joe Biden

annuncerà nei prossimo giorni la sua decisione definitiva sulle elezioni presidenziali di USA 2016. Secondo la maggior parte dei media americani il vicepresidente degli Stati Uniti sarebbe orientato a correre alle primarie democratica, la terza volta dopo le candidature del 1988 e del 2008. Una decisione che potrebbe alterare l’andamento della competizione, che attualmente vede Hillary Clinton favorita contrastata dal solo Bernie Sanders, senatore sempre più popolare nella base liberal del partito di Barack Obama.

JOE BIDEN 2016

– Le primarie democratiche per la selezione del candidato presidente degli Stati Uniti sono caratterizzate da una relativa scarsità di competizione. La forza di Hillary Clinton all’inizio del ciclo presidenziale ha scoraggiato molti possibili candidati, come per esempio la popolare senatrice del Massachusetts Elizabeth Warren, dal correre per la Casa Bianca, visto il supporto compatto del partito per l’ex segretario di Stato. Questa scelta sembrava esser stata presa anche dal vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden, eletto nel 2008 insieme a Barack Obama, e riconfermato nel 2012. In queste ultime ore sembra però che ci sia stata svolta, che porterà l’ex senatore del Delaware a tentare la terza avventura presidenziale della sua ormai lunghissima carriera politica. NBC News ha anticipato come entro mercoledì 21 ottobre Joe Biden annuncerà la sua scelta definitiva in merito a USA 2016: nei primi stati del lungo ciclo delle primarie presidenziali stanno scadendo i termini per la presentazione delle liste dei delegati, e di conseguenza diventerebbe impossibile correre in queste competizioni fondamentali. Secondo CNN il team del vicepresidente degli Stati Uniti sta organizzando colloqui di lavoro per selezionare le persone che collaboreranno alla sua campagna. Un rappresentante democratico della Pennsylvania, Brendan Boyle, ha scritto su Twitter che Joe Biden annuncerà la sua candidatura alle primarie.

LEGGI ANCHE

La brutta estate di Hillary Clinton

JOE BIDEN FIGLIO

– La fonte citata dal deputato sarebbe una persona molto vicino al vicepresidente. L’ipotesi della candidatura di Joe Biden appare realistica, ed è discussa da ormai diverso tempo. Durante l’estate, quando il calo di consensi di Hillary Clinton era diventato consistente, il New York Times aveva anticipato come il vicepresidente avesse cambiato idea sul suo no alla corsa presidenziale, iniziando una riflessione durata diverse settimane. Lo stesso Joe Biden aveva spiegato come suo figlio Beau, morto quest’estate a soli 47 anni, gli aveva chiesto di correre per la Casa Bianca. Il vicepresidente di Barack Obama era considerato dagli osservatori come una sorta di “carta di riserva” in caso di collasso della candidatura di Hillary Clinton, per impedire che la nomination potesse esser conquistata dal senatore Bernie Sanders, troppo di sinistra per poter ambire a una vittoria alle presidenziali. La corsa della Clinton non è certo tonica come a inizio campagna, però nelle ultime settimane la flessione della sua popolarità si è fermata. Un’eventuale sfida di Joe Biden ai due attuali favoriti delle primarie democratiche appare complessa: il vicepresidente è staccato nei sondaggi, e gli spazi politici disponibili nell’elettorato progressista sembrano già occupati. La candidatura di un vicepresidente degli USA però avrebbe sicuramente un effetto rilevante sulle primarie democratiche, aumentando una competizione finora piuttosto contenuta.

Photo credit: Win McNamee/Getty Images