|

Il misterioso suicidio di Jacky Sutton nell’aeroporto di Istanbul

Tutto può essere quando si parla di suicidio e delle sue motivazioni, ma proprio nessuno tra quanti conoscevano la giornalista britannica Jacky Sutton riesce a credere che si sia tolta la vita.

Jacky SuttonIL MISTERIOSO SUICIDIO DI JACKY SUTTON –

Jacky Sutton aveva 50 anni e una carriera trascorsa prima come giornalista per BBC e poi al serviio di diverse ONG, fino a ieri era la direttrice dell’IWPR, un’organizzazione che si occupa di aiutare e difendere i giornalisti in Iraq. Un lavoro pericoloso e infatti il suo predecessore,  Ammar Al Shahbander, è stato ucciso con un’autobomba pochi mesi fa. Anche per questo quasi tutti hanno dubitato della versione fornita dai media di Ankara, che dicono che si sarebbe impiccata nei bagni dell’aeroporto di Istanbul dopo aver perso il volo prenotato per Erbil ed essere rimasta senza soldi per prenderne un altro.

LEGGI ANCHE: Minorenne italiana fermata in Turchia: giallo sui motivi della ragazza

NESSUNO CREDE AL SUICIDIO –

Nessuno tra quanti la conoscevano e stimavano ha creduto alla versione del suicidio e anche l’IWPR nel comunicato nel quale annuncia la sua morte parla di circostanze da chiarire, altri suo conoscenti e colleghi hanno chiesto invece un’inchiesta e la pubblicazione dei filmati di sorveglianza dell’aeroporto. Dai messaggi diffusi in rete da colleghi, amici e conoscenti traspare grande stima per Sutton ed estrema incredulità di fronte alla versione del suicidio.