mario bozzoli
|

Scomparsa di Mario Bozzoli, il giallo continua: sparisce anche un dipendente dell’azienda

Non sembra essere arrivato a un punto di svolta il giallo della scomparsa di Mario Bozzoli, l’imprenditore bresciano scomparso lo scorso otto ottobre mentre usciva dall’azienda che porta il suo nome, una fonderia, a Marcheno in Valtrompia. E oggi si aggiunge un altro particolare inquietante: anche un dipendente della Bozzoli risulta scomparso da martedì.

MARIO BOZZOLI, LA SCOMPARSA –

Come riassume Repubblica, la scomparsa di Bozzoli risale alla sera dell’8 ottobre quando, dopo aver avvisato la moglie che sarebbe tornato a casa con un po’ di ritardo, l’imprenditore cinquantenne sparisce nel nulla. Com’era sua abitudine, l’uomo si sarebbe dovuto cambiare negli spogliatoi dell’azienda prima di salire in auto. Ma di lui si perde ogni traccia: gli investigatori e i Ris setacciano l’azienda e i dintorni, senza risultato.

MARIO BOZZOLI, LE INDAGINI –

La famiglia di Mario Bozzoli non si rassegna all’ipotesi di un suicidio o di un allontanamento volontario e ha chiesto e ottenuto di mettere sotto sequestro gli impianti dell’azienda, alimentando l’ipotesi che l’uomo potesse essere finito in uno dei forni della fonderia. La sparizione del dipendente della Bozzoli, del quale sono ancora in corso le ricerche, parrebbe spostare le indagini in questa direzione anche se, fin dal giorno della scomparsa, gli investigatori hanno dichiarato di non poter escludere nessuna pista.

(Photocredit copertina: ANSA – Immagine di repertorio)