Vladimir Putin torna in pubblico: «senza gossip ci si annoia»
|

La bufala del cuscino arcobaleno Ikea che si chiama Putin

L’apparizione e la rapida propagazione sulle reti sociali della foto di un cuscino Ikea, ironicamente ribattezzato Putin, ha spinto l’azienda a smentire l’esistenza del prodotto.

putin cuscino

IL CUSCINO MADE IN PHOTOSHOP –  Il cuscino arcobaleno chiamato Putin è piaciuto moltissimo, tanto che l’ignoto autore dell’ironica manipolazione grafica ha potuto contare su una grande diffusione della sua opera. Sembrava uno sberleffo nemmeno tanto criptico all’atteggiamento del leader russo nei confronti degli omosessuali, da parte di un’azienda che in Russia comunque è abituata a muoversi con prudenza, visto che Ikea in passato era stata investita dalle polemiche per la rimozione dell’immagine di una coppia di lesbiche dall’edizione russa del suo catalogo.

LEGGI ANCHE: Vladimir Putin torna in pubblico: «Senza gossip ci si annoia»

L’IKEA S’ADEGUA – Prudenza ribadita dal veloce intervento di un rappresentante dell’azienda, che ha fatto sapere che il cuscino in realtà si chiama SKARUM e che non è più in vendita dall’ottobre scorso, oltre ad assicurare che «non prenderemmo mai una posizione politica attraverso la scelta del nome dei nostri prodotti». Posizione peraltro coerente con la recente decisione dell’azienda di sospendere le pubblicazione della sua rivista dedicata al lifestyle in Russia, per il timore che possa avere problemi con la locale legge che vieta la «promozione» dell’omosessualità rivolta ai minori.