|

Conegliano, docente vittima di bullismo. Costretto a lasciare l’aula

Insulti, cori di scherno, palline di carta lanciate contro, vessazioni. A ritrovarsi vittima del bullismo in un’aula scolastica è stato questa volta un docente di un istituto superiore di Conegliano (Treviso), come racconta il Corriere del Veneto. Il professore è stato denigrato a tal punto da essere costretto ad abbandonare la classe, mentre veniva ripreso attraverso gli smartphone.

IL PROF VITTIMA DEL BULLISMO –

L’episodio risale alla fine dello scorso anno: la scuola ha deciso di espellere due studenti, mentre mezza classe è stata sospesa. Tutto però mentre il filmato è stato rilanciato e diffuso «con orgoglio» dai protagonisti. Spiega il Corriere:

«Un filmato che racconta, frame dopo frame, come a decidere l’andamento delle lezione non sia l’insegnante, ma gli allievi. Immagini forti, nelle quali spicca il volto rassegnato del docente che inizialmente prova a ignorare quel comportamento irrispettoso e incivile. Ma nessuno dei ragazzi sembra avere il minimo timore dell’insegnante. Anzi, gli studenti sono quasi tutti in piedi, ridono e parlano a voce alta, mentre il professore scrive sul registro».

Nel filmato si nota uno dei ragazzi lanciare con forza una palla di carta contro il docente, mentre un altro agita un’asta di legno sopra la testa dello stesso. Impotente, al professore non resta che incamminarsi verso la porta e uscire, inseguito dagli stessi studenti che continuano a insultarlo. Due ragazzi gli svuotano anche il cestino delle carte addosso.

I provvedimenti disciplinari severi non sembrano però essere serviti, come hanno denunciato diversi docenti e genitori. Ma il preside ha negato che la situazione sia oggi ingestibile: «Non mi risulta nulla di tutto ciò. Nessun insegnate si è rivolto a me per denunciare di essere stato ancora oggetto di scherno».

Photocredit: screenshot Corrieredelveneto.tv