dopofestival saverio raimondo
|

Il giallo del Dopofestival: prima spariscono e poi tornano le puntate dal sito Rai

Sparite per qualche ora e poi tornate. Con un legittimo sospetto di tentativo di censura. Stiamo parlando delle puntate del Dopofestival, in onda solo sul sito web della Rai, e condotto quest’anno da Saverio Raimondo e Sabrina Nobile
Nel pomeriggio, infatti, consultando il sito del Festival di Sanremo 2015 non si trovavano più le sarcastiche e pungenti battute di Saverio Raimondo, stand up comedian italiano, alla conduzione del consueto salotto della Kermesse Sanremese insieme alla ex Iena.

dopofestival sanremo 2015 sparite le puntate

Saverio Raimondo, che ha già fatto capolino in diverse trasmissioni televisive, è noto per la sua comicità tagliente, senza peli sulla lingua, irriverente. Pare che a far sparire le puntate dal sito fossero state alcune battute – poco polically correct – di Saverio Raimondo. Alcune battutte sull’aborto e sul mondo del porno che avevano sollevato non poche polemiche. La Rai, da parte sua, parla di  un semplice “errore tecnico”.

sito rai puntate dopofestival

Sicuramente alcune di queste battute non sono piaciute ad Avvenire, che proprio l’altro giorno vergava una vera e propria scomunica nei confronti di Saverio Raimondo

Ma il clima che si respira nei commenti (nei confronti della famiglia Anania ndr) è nel migliore dei casi ironico (“Sono Dio e volevo informare gli Anania che sono sempre stato per il Figlio unico”) e nei peggiori di un’aggressività che fa riflettere, tanto più che un attacco ferocissimo è arrivato dal conduttore del Dopo Festival Rai, in onda (in tutto il mondo) solo sul web («Ricordo alla famiglia Anania che l’aborto è passato in Italia»).

Battute che non sono passate inosservate. Tanto che Avvenire ancora oggi scrive:

Che reazione avrebbe il pubblico di Raiuno se la rete ammiraglia del Servizio Pubblico mandasse in onda un programma che si apre con un ragazzo che dice: “Salve a tutti. Ebbene sì: sono un nano ma questo non è un video porno. Se volete cercare un film porno cliccate sul sito…..” (e dopo avere fornito a tutti l’indirizzo del sito, giù una sfilza di termini porno)?

Già, come reagirebbe il pubblico?
Difficile dirlo. Ma per saperlo, basterà aspettare un anno.

A promettere lo sbarco su Raiuno del Dopofestival (perché è lì che si sentono queste cose) è il direttore di Raiuno Leone, in conferenza stampa. «Lo stiamo testando, col suo nuovo linguaggio. Visti gli ottimi risultati, l’anno prossimo mi piacerebbe andasse in onda su Raiuno».

Fatto sta che nel tardo pomeriggio, intorno alle 19, le puntate di martedì e mercoledì del Dopofestival sono tornate online. Il tutto mentre la nostra denuncia prendeva piede sul web.

dopofestival puntate sparite