|

Giletti si scusa per la lite con Capanna, ma la politica si divide

«Ho esagerato». All’indomani della lite con Mario Capanna, in diretta a L’Arena, Massimo Giletti chiede scusa per l’accaduto. Ma la questione non sembra essere finita qui: perché l’accesa reazione del giornalista ha destato scalpore anche nel mondo politico. E la polemica – iniziata come un semplice “caso” televisivo – si allarga anche ad altre sfere.

Photocredit: Rai/L'Arena
Photocredit: Rai/L’Arena

IL PD CONTRO GILETTI: «REAZIONE INADEGUATA» –

A parlarne è Repubblica, che sottolinea come il Partito Democratico abbia considerato la sfuriata di Giletti «inadeguata e incompatibile con il servizio pubblico»:

La rissa cui hanno assistito i telespettatori nel pomeriggio domenicale di Raiuno – attacca il deputato del Partito democratico e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi – con il conduttore Massimo Giletti che prende a male parole l’ospite Mario Capanna e lancia per terra il suo libro, corrisponde all’idea di servizio pubblico per famiglie che hanno i vertici Rai? E’ opportuno che il direttore generale chiarisca, visto che il servizio pubblico è pagato con quasi due miliardi di euro dei cittadini. Proporrò all’ufficio di presidenza della Vigilanza di ascoltarlo. La domenica pomeriggio di Raiuno, rete ammiraglia Rai da sempre demandata ad un ruolo di equilibrio adatto alle famiglie, è diventata una arena di nome e di fatto. E’ opportuno che conduttori strapagati si azzuffino con gli ospiti mentre si parla di super-stipendi?

 

LEGGI ANCHE: Carlo Cracco chiede scusa per l’aglio nell’amatriciana

 

CHI STA CON GILETTI –

E naturalmente i partiti all’opposizione si sono schierati sul fronte apposto, fiancheggiando Giletti: da Forza Italia l’onorevole Capezzone parla di «troppe polemiche contro Giletti», sostenendo che «se una figura pubblica va in tv, dovrà pure considerare l’eventualità che il conduttore gli faccia domande scomode»; mentre Giorgia Meloni twitta: «Il Pd: prima insabbia in #Parlamento la legge contro le pensioni d’oro e i vitalizi ora vorrebbe zittire chi ne parla in tv. Io sto con Giletti». E anche il neo-segretario di Scelta Civica, Enrico Zanetti, si mette dalla parte del giornalista di Rai1:

Ritengo sacrosanta la battaglia contro i vitalizi sproporzionati, rispetto ai contributi versati, che sta portando avanti il conduttore Massimo Giletti. E aggiungo anche, riguardando il video della puntata di ieri, che è davvero difficile mantenere un aplomb inglese di fronte a certi atteggiamenti di sufficienza e di incoerenza. A Michele Anzaldi, deputato del Partito Democratico, piuttosto che prefigurare segnalazioni alla vigilanza Rai, propongo di votare l’emendamento di Scelta Civica al ddl costituzionale che consentirebbe di parametrare i vitalizi ai contributi versati anche con effetto retroattivo. Sarà in Aula proprio in questi giorni

(Photocredit copertina:  Rai/L’Arena)