|

I dieci film più violenti della storia

Dimenticate arti recisi e teste mozzate: ecco la lista di titoli che vi faranno tremare di puro orrore senza versare una goccia di sangue

Volendo, potremmo definirla “violenza implicita”. Non un abuso di sangue e terrore, insomma, ma un uso sottile dell’arte cinematografica che a volte fa più paura di un mostro. Non ci credete? Allora chiedetevi cosa hanno in comune il Cavaliere Oscuro, Seven e…Bambi. Momenti spettacolari di violenza fuori dallo schermo, ovviamente. Ecco una lista, non certo esaustiva, dei film più violenti e non violenti della storia del cinema. Una lista che siete invitati ad ampliare!

M, IL MOSTRO DI DUSSELDORF (1931) – “Aspetta, l’uomo cattivo in nero verrà” è la prima frase pronunciata nell’inquietante thriller di Fritz Lang che quasi ne anticipa l’ oscuro dipanarsi. La gestione di Lang dell’atmosfera in questo film è sottile e sorprendentemente creativa. L’assassino Hans Becker è solo intravisto nella prima parte del film, quando si manifesta come un’ombra mostruosa sulle sue vittime. E fischietta, fischietta incessantemente In The Hall Of The Mountain King, un motivetto che diventa quasi la sua presenza, come nello Squalo. Poche note che sovrastano il film, diventando terrore e nube opprimente. Non assistiamo mai agli omicidi di Becker, ma non è importante: l’acquisto di un pallone per la sua ultima vittima, l’angoscia di una madre che cerca sua figlia e una palla che rotola solitaria in una strada vuota ci suggeriscono un orrore che, non visto, è forse peggiore di mille sparatorie.