|

Sai qual è il posto più sporco di casa tua?

Se qualcuno ci chiedesse di indicare il punto di casa nostra più sporco in assoluto non avremmo dubbi: un oggetto che tocchiamo spesso, magari con le mani sporche, oppure dove appoggiamo cibi e alimenti umidi. Eppure non è così: l’angolo più sporco di casa nostra non è né la maniglia della porta d’ingresso, né il lavandino della cucina, né la tavoletta del w.c. ma… i nostri asciugamani.

posto più sporco di casa (2)
Photocredit: Thinkstock

STROFINACCI CONTAMINATI – A dirlo sono i risultati di uno studio condotto dall’Università dell’Arizona e finanziato dalla Kimberly-Clark Corporation, l’azienda produttrice – tra le altre cose –  anche dei famosi fazzolettini di carta salviettine umidificate. I numeri, comunque, sono di quelli che fanno impazzire i maniaci dell’igiene: il 98% degli strofinacci da cucina sono infestati dai coliformi, un gruppo di batteri che si trovano comunemente nel tratto digestivo di uomini e animali. Non solo: il 25% degli asciugamani analizzati sono stati trovati positivi all’E. coli: un batterio che, almeno per quanti riguarda alcuni ceppi, è responsabile dell’insorgere di gastroenteriti e di infezioni delle vie urinarie. 

Scopri quali sono i 10 posti più sporchi di casa tua:

COME AVVIENE LA CONTAMINAZIONE – La contaminazione può avvenire anche con un semplice gesto: «Basta asciugarsi le mani dopo aver toccato del cibo contaminato – spiega Charles Gerba, professore di Scienze Ambientali all’Università dell’Arizona – L’asciugamano si passa poi sulle mucose di occhi, naso e bocca ed ecco che i batteri entrano nel nostro organismo. Se più membri della famiglia usano lo stesso aciugamano, poi, batteri e virus possono diffondersi da persona a persona».  

 

LEGGI ANCHE: I 20 consigli che ti possono aiutare a non prendere l’influenza – Foto

 

ASCIUGAMANI SICURI – Come fare per evitare il passaggio dei germi? Basta seguire qualche piccola regola: mettere un asciugamano pulito ogni tre o quattro giorni, preferire le salviette di carta in cucina, specie quando si ha che fare con cibo crudo, aggiungere qualche cucchiaio di aceto invece dell’ammorbidente, per togliere gli odori dagli asciugamani e mantenere il potere assorbente del tessuto. Per mantenere gli strofinacci puliti più a lungo, poi, basta aggiungere qualche goccia di candeggina all’acqua del risciacquo e poi mettere gli asciugamani direttamente ad asciugare.

(Photocredit copertina: Andy Lyons/Getty Images Sport – immagine di repertorio)