|

Lo spot di Natale che sta commuovendo tutti gli utenti del web. Tranne uno

Puntuale come ogni anno, John Lewis ha diffuso il suo consueto spot natalizio. Per chi non conoscesse questo brand, basti sapere che si tratta di una catena di store diffusa in tutta la Gran Bretagna che vende articoli per la casa, abbigliamento, elettronica e giocattoli e che i suoi spot natalizi sono una specie di tradizione. Ogni novembre viene pubblicato un vero e proprio cortometraggio che racconta la magia del Natale e che, raggiungendo la viralità nel giro di qualche giorno, diventa il fulcro della campagna di comunicazione della catena per tutto il periodo natalizio.

Photocredit: YouTube/John Lewis
Photocredit: YouTube/John Lewis

IL PINGUINO MONTY – Il protagonista dello spot di John Lewis di quest’anno è il pinguino Monty che, insieme al suo amico bambino, vive ogni sorta di avventura compresa quella dell’amore. Il finale è a sorpresa – e non stupitevi troppo se durante ultimi secondi vi scoprirete con gli occhi lucidi.

 

GLI SPOT DI NATALE DI JOHN LEWIS – Come già detto, gli spot natalizi di John Lewis sono così ben sceneggiati e prodotti da diventare una specie di istituzione. Come dimenticare, ad esempio, lo splendido corto d’animazione del 2013, con la cover di Somewhere Only We Know cantata da Lily Allen?

 

O la tenerissima impazienza del bambino del Natale 2011, che non stava nella pelle all’idea dei regali, sulle note di una struggente cover degli Smiths?

 

INTANTO, IL SIGNOR JOHN LEWIS… – Ma se gli spot natalizi di John Lewis regalano a tutti “i grandi” due minuti di tenerezza, c’è qualcuno che, ogni novembre, più che un sentimento di tenerezza sperimenta una vera e propria valanga di tweet indirizzati a lui per sbaglio. Questo qualcuno si chiama John Lewis e il suo nome è un semplice caso di omonimia con quello della catena britannica di grandi magazzini che, su Twitter, è presente con il nome @johnlewisretail. Ebbene ogni anno, quando John Lewis pubblica il suo spot natalizio, il signor John Lewis si ritrova sommerso da centinaia di tweet di utenti commossi, che si complimentano con lui per la realizzazione dello spot. E lui, sebbene non abbia nulla a che fare né con l’azienda né con lo spot, risponde a tutti con una pazienza e una gentilezza infinite.

 

LEGGI ANCHE: I 10 inquietanti segnali che il mondo sta per entrare nel turbine natalizio – Foto

 

«NON SONO QUEL JOHN LEWIS» – La storia del signor John Lewis l’ha scovata BuzzFeed: l’uomo è un insegnante che vive in Virginia e il suo nome ha dato origine a così tanti equivoci che si è sentito in dovere di dover chiarire le cose nella sua bio su Twitter, dove si descrive come «un educatore, padre di quattro figli, liberale, ateo e non una catena di grandi magazzini».

Photocredit via: BuzzFeed
Photocredit via: BuzzFeed

JOHN LEWIS, L’UOMO PIÙ PAZIENTE DI TWITTER – Dire che il signor John Lewis venga regolarmente sommerso da centinaia di tweet di utenti che lo scambiano per il John Lewis dei grandi magazzini non è un’iperbole. Eppure lui risponde a tutti, convenendo che sì, quello di quest’anno è proprio un bello spot e che vorrebbe potersene prendere il merito ma che no, non è “quel” John Lewis che tutti credono che sia.

Photocredit: Twitter via BuzzFeed
Photocredit: Twitter via BuzzFeed

E anche quest’anno non fa eccezione: lo spot è stato pubblicato il 6 novembre. Appena qualche ora più tardi a John Lewis sono cominciati ad arrivare i primi complimenti: «Lo spot di Natale mi ha fatto piangere», scrive un utente. «Viene da piangere anche a me, seppur per motivi differenti – risponde Lewis – Grande spot comunque».

 

E i tweet sono già tantissimi: riuscirà il signor John Lewis a sopravvivere anche a questo Natale?  

(Photocredit copertina: YouTube/John Lewis)