|

Il “mistero” di Virginia Raffaele

Che fine ha fatto Virginia Raffaele? La comica e imitatrice romana sembra essere sparita dal piccolo schermo, nonostante il grande successo delle sue imitazioni, da Nicole Minetti a Francesca Pascale, prima a Quelli che il calcio e poi a Ballarò passando per qualche settimana di conduzione a Striscia la notizia. Eppure, nonostante ultimamente si sia vista poco, il nome della Raffaele volerebbe con una certa frequenza a Viale Mazzini, e in particolare tra gli addetti ai lavori dello stesso Ballarò.

Virginia Raffaele nei panni di Nicole Minetti a Quelli che il calcio (2012) - Foto: Gian Mattia D'Alberto/LaPresse
Virginia Raffaele nei panni di Nicole Minetti a Quelli che il calcio (2012) – Foto: Gian Mattia D’Alberto/LaPresse

VIRGINIA RAFFAELE A BALLARÒ? – I retroscena li ha raccontati, in parte, Pietrangelo Buttafuoco: qualche giorno fa il giornalista de Il Foglio aveva sottolineato come Virginia Raffaele potesse essere l’unica cura contro «la noia» del «benignismo in endovena» proposto da Ballarò e che la sua presenza avrebbe potuto essere «la stampella ideale per il claudicante talk di Rai3 condotto oggi da Massimo Giannini».Tuttavia, come aveva sottolineato Buttafuoco, difficilmente i telespettatori potranno tornare a vedere la Raffaele a Ballarò: la questione sarebbe complicata non solo dal fatto che la Raffaele è passata a Mediaset, ma anche dal fatto che il suo agente, Beppe Caschetto, è lo stesso di Giovanni Floris. E dunque, scriveva Buttafuoco, si vorrebbe ogni insidia a DiMartedì da parte di Ballarò:

 Caschetto, infatti, ha tutto l’interesse a tenere lontana Virginia Raffaele da Giannini dove, in forza della sua freschezza e della vis comica, asfalterebbe definitivamente Floris che, nonostante Crozza, non riesce a scongiurare il flop. Per proteggere Floris, dunque, l’agente non esita a sacrificare la strepitosa Raffaele. 

Buttafuoco non è l’unico che avrebbe visto bene Virginia Raffaele accanto a Massimo Giannini: già qualche settimana fa Carlo Freccero aveva espresso un parere analogo, sostenendo la mancanza a Ballarò di un contraltare di Crozza, passato a La7 con Floris. Anche Freccero aveva però sottolineato come questa manovra fosse resa impossibile dal “niet” di dell’agente Caschetto.

 

LEGGI ANCHE: Santoro-Travaglio, la (triste) fine della storia

 

VIRGINIA RAFFAELE A MEDIASET – E poi c’è la questione Mediaset, nuova “casa” di Virgina Raffaele: le indiscrezioni circolate all’inizio dell’autunno raccontavano una storia piuttosto particolare, che vedevano la comica passata al Biscione con l’obiettivo della conduzione di Zelig al fianco di Claudio Bisio. Ma, come sappiamo, le cose poi sono andate diversamente: Bisio è passato a Sky, dove sarà giudice di Italia’s got talent, e gli autori di Zelig hanno optato per una conduzione “a rotazione” scegliendo tra diversi personaggi dello spettacolo. Ma erano gli stessi Gino e Michele, alla conferenza stampa di presentazione di Zelig, a smentire che a Virginia Raffaele fosse mai stata offerta la conduzione del programma comico di Canale 5: la loro offerta era stata la conduzione di una singola puntata, cosa che lei avrebbe rifiutato. Ma il suo contratto con Mediaset resta e, come spiegava ieri Maurizio Caverzan su Il Giornale, la comica ora si troverebbe con le mani legate:

[…] la Raffaele ha firmato l’anno scorso un biennale con Mediaset che scade a ottobre 2015 […] Per vedere la Raffaele a Ballarò servirebbe che la Rai contattasse il suo agente e si chiedesse a Mediaset una deroga all’esclusiva.

Oltre ad avere le mani legate, Virginia Raffaele è di fatto finita in panchina: una scelta quanto mai opinabile da parte di Mediaset, dal momento che – anche durante la sua breve conduzione a Striscia – la Raffaele aveva ben dimostrato di sapere il fatto suo.

(Phorocredit copertina: Claudio Bernardi/Lapresse)