|

Quanto vale il traffico illecito dei migranti

Il traffico illecito dei migranti vale una cifra stimata in almeno 7 miliardi di dollari, circa 5,5 miliardi di euro, l’anno. La stima è stata fornita dall’Onudc, l’ufficio delle Nazioni Unite per il controllo della droga e la prevenzione del crimine. È la prima volta che un’organizzazione internazionale elabora una simile stima, che è probabilmente significativamente più bassa della realtà come indicato dallo stesso direttore dell’Onudc.

QUANTO VALE IL TRAFFICO DEI MIGRANTI – L’Onudc, l’ufficio della Nazioni Uniti che si occupa di controllo della droga e prevenzione del crimine internazionale, ha stimato per la prima volta il valore del traffico illecito dei migranti. Secondo il direttore dell’agenzia onusiana Yuri Fedotov il giro d’affari delle due rotte più trafficate dell’immigrazione clandestina, dall’Africa dell’Est, dell’Ovest e del Sud verso l’Europa e dall’America del Sud agli Stati Uniti, vale almeno 7 miliardi di dollari l’anno, circa 5,5 miliardi di euro al rapporto di cambio attuale. Una cifra che lo stesso Fedotov ha indicato come probabilmente troppo bassa rispetto alla realtà, visto che non prende in considerazione altri canali dell’immigrazione clandestina. Il funzionario dell’Onu ha inoltre sottolineato come gli ultimi controlli effettuati dall’Onudc hanno indicato come il costo dei viaggi della speranza chiesti dai trafficanti di migranti siano in costante crescita Per Fedotov è dunque probabile che in realtà il giro d’affari dell’immigrazione clandestini superi, anche in modo significativo, la stima fornita per la prima volta dall’Onudc.

IL COSTO UMANO DEL TRAFFICO DEI MIGRANTI – Il direttore dell’agenzia dell’Onu ha citato lo studio condotto dallo Iom, l’Organizzazione internazionale delle migrazioni, che ha indicato in 40 mila il numero dei migranti morti dal 2000 durante i loro viaggi verso i paesi occidentali. Migliaia di essere umani deceduti in modo orribile, annegando nei mari, soffocando nei container o morendo di sete nei deserti. Yuri Fedotov ha rimarcato come la comunità internazionale si debba unire per distruggere i network dell’immigrazione clandestina, combattendo queste organizzazioni criminali e privandole dei loro asset. Un compito possibile attraverso la cooperazione, la condivisione delle informazioni e a operazioni unite di polizie che pongano fine all’impunità dei trafficanti di essere umani, responsabili della morte di migliaia di persone secondo il direttore dell’Onudc.

Photocredit:  Marco Di Lauro/Getty Images