|

Eleonora Florenza e il collaboratore “sconosciuto” che porta la marijuana al detenuto

Si addensano le nubi di bufera su Eleonora Forenza, l’europarlamentare eletta lo scorso maggio tra le fila della Lista Tsipras che, durante il weekend appena trascorso, sarebbe entrata a Regina Coeli per far far visita a un detenuto accompagnata da un uomo che, però, portava con sé un grammo e mezzo di marijuana.

Foto: Facebook/Eleonora Forenza
Foto: Facebook/Eleonora Forenza

COLTO IN FLAGRANTE – I fatti, ripresi da Dagospia, li ha raccontati Maurizio Fortuna sul Corriere della Sera: la Forenza sarebbe andata a fare visita a Nunzio D’Erme, un esponente dei movimenti per la casa che da qualche giorno si trova detenuto a Regina Coeli. Con l’eurodeputata c’erano anche Giovanni Russo Spena, responsabile Giustizia di Rifondazione comunista, e un non meglio identificato collaboratore che è stato colto in flagrante dalla polizia penitenziaria mentre cercava di passare la marijuana a D’Erme.

 

LEGGI ANCHE: Francesca Pascale e i selfie con Luxuria per i diritti civili

 

«NON SO CHI SIA, NON L’HO MAI VISTO» – Eleonora Forenza ha negato di conoscere l’uomo che la accompagnava, sostenendo di non averlo mai visto né di sapere chi fosse, nonostante il nome dell’uomo figurasse sulla lista consegnata dalla stessa Forenza all’ingresso del carcere:

«Non sappiamo chi sia. Né io, né Russo Spena, né lo stesso D’Erme, sapevamo cosa avrebbe fatto quell’uomo. E non lavora con la mia segreteria. Anzi, non l’ho mai visto»

(Photocredit copertina: Bruce Bennett/Getty Images – immagine di archivio)