|

Frase shock sugli zingari, il segretario della Lega di Maserada si dimette

«Augurandomi che già abbiano letto la mia lettera di dimissioni e scuse, rivolgo in modo ancor più diretto le mie scuse in merito alle discusse immagini pubblicate e rimosse in Facebook, alla comunità Rom, e per Treviso ad Opera Nomadi con Presidente Maurizio Pagani, ed anche all’ex ministro Kyenge». Sono le parole dell’ora ex segretario della Lega Nord di Maserada, finito nell’occhio del ciclone per aver pubblicato su Facebook dei post contro rom e immigrati. Ora, riporta il Corriere delle Alpi, si augura che «Saranno d’accordo con me che il miglior segnale, in senso costruttivo, da dare su questa vicenda sia proprio la comprensione degli sbagli, quindi l’accettazione delle scuse».

Facebook/AndreaDellaPuppa
Facebook/AndreaDellaPuppa

Leggi anche: «Cosa si lancia ad uno zingaro che sta affogando? La moglie e i figli»

«MI SCUSO, MA…» – Della Puppa ha anche pubblicato un post in merito alla questione anche su Facebook: «Trovo assurdo che con tutto il male ed il marcio che è riscontrabile in modo così tangibile ogni giorno nella nostra società (in tantissime cose), ci si voglia accanire addirittura con esposti nei miei confronti, sembrerebbe fatto più per dispetto e manovrare la cosa politicamente. Ora che ho rassegnato le dimissioni, chiesto scusa alle comunità e le persone mostrate nelle immagini, e spiegato ampiamente che non era mia intenzione offenderli, smettiamola di giocare con le persone e le loro famiglie. Se tante persone occupassero lo stesso tempo e risorse che stanno impiegando contro di me, per fare del bene anche agli extracomunitari come facciamo ad esempio io e tanti altri, il mondo sarebbe migliore»

(Photocredit: Facebook/AndreaDellaPuppa)