|

Roberta Ragusa: il marito accusato di omicidio

Il pm Aldo Mantovani ha firmato l’avviso di conclusioni delle indagini nei confronti di Antonio Logli, il marito di Roberta Ragusa, la donna scomparsa dalla sua casa di Gello di San Giuliano Terme (Pisa) la notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012.

 

Ris Roberta Ragusa 2

 

LEGGI ANCHE: Roberta Ragusa e il nuovo testimone a Chi L’ha visto

 

«OMICIDIO VOLONTARIO E SOPPRESSIONE DI CADAVERE» – L’uomo è accusato di omicidio volontario e soppressione di cadavere, ma l’atto non sarebbe stato ancora notificato alla difesa, infatti Roberto Cavani, difensore di Logli, in questi giorni sarebbe fuori Pisa per motivi di lavoro. Ora la difesa dovrà chiedere copia degli atti, migliaia di pagine inerenti gli oltre due anni di indagini sull’uomo che per la Procura della Repubblica è sempre stato considerato l’unico responsabile della scomparsa di Roberta Ragusa. Quando le carte saranno in tavola, la difesa avrà 20 giorni di tempo per presentare memorie, produrre documenti, depositare documentazione delle indagini investigative, chiedere al pubblico ministero nuovi atti di indagini e di essere sentito a spontanee dichiarazioni o essere sottoposto a interrogatorio. Vista l’ingente quantità di materiale però l’avvocato Cavani chiederà un «Congruo periodo di proroga» al sostituto procuratore Mantovani, che si è detto pronto a concederla.