|

I gemelli nati in due giorni diversi

Dieci per la precisione. Nati prematuri, si è cercato di ritardare il più possibile il parto del secondo

Sono gemelli ma avranno compleanni diversi i due bimbi nati all’Ircss Burlo Garofolo di Trieste: il primo e’ venuto alla luce lo scorso 17 settembre, ma i medici sono riusciti a bloccare il travaglio fino a dieci giorni fa, quando e’ nato il secondo.

RISCHIO DI MORTE – Nonostante il parto ‘dilazionato’, spiega il comunicato dell’ospedale, entrambi i bimbi sono prematuri, con il primo gemello, affetto da una grave alterazione cromosomica, nato dopo 24 settimane e 5 giorni: “Alla nascita del I gemello – spiega Salvatore Alberico, direttore della Struttura Complessa di Patologia Ostetrica – i medici di guardia, in considerazione della grande prematurità che avrebbe comportato per il secondo gemello un rischio di morte neonatale del 52% e di grave handicap permanente del 57%, hanno tentato con successo di bloccare il travaglio di parto, consentendo per altri 30 giorni il prosieguo della gravidanza”.

PARTI RARI – La mamma, spiega ancora Alberico, e’ in buone condizioni cosi’ come il piccolo nato due settimane fa, che ha un peso di 1305 grammi. I parti di questo tipo, che sono ancora piuttosto rari, stanno diventando piu’ comuni: lo scorso maggio due gemelli sono nati a un mese esatto di distanza alla clinica Mangiagalli di Milano, mentre nel 2010 si registra un caso di parto dilazionato addirittura trigemellare in un ospedale di Cuneo. (ANSA).