|

Striscia la Notizia riparte con Leonardo Pieraccioni e Maurizio Battista

«Se pensate che Striscia sia vecchia… Da quando ho scoperto che l’Ape Maia ha cent’anni dico che siamo dei teenager». Come ogni anno è Antonio Ricci a presentare ufficialmente la nuova edizione di Striscia la Notizia, che il prossimo 22 settembre alzerà il sipario sull’edizione numero ventisette. Il sottotitolo di quest’anno è forse ancora più graffiante che in passato: «La voce dell’indecenza». E ci pensa Ricci, poi, a chiarire il perché di questa scelta: «Il paese ideale non avrebbe bisogno di Striscia, ma questo non è un paese ideale».

LaPresse - Davide Stecconi
LaPresse – Davide Stecconi

STRISCIA LA NOTIZIA: LA STAFFETTA DEI CONDUTTORI – Come già successo nelle ultime edizioni, anche quest’anno Striscia vedrà una nuova “staffetta” di conduttori: a inaugurare la prima settimana del tg satirico saranno Leonardo Pieraccioni e Maurizio Battista che, dal 29 settembre lasceranno la celeberrima scrivania a Michelle Hunziker e Piero Chiambretti. Dal 13 ottobre accanto a Michelle tornerà Ezio Greggio e poi sarà la volta della stessa Michelle a passare il testimone a Enzo Iacchetti. Infine, saranno ancora una volta Ficarra e Picone a chiudere, prima dell’inizio dell’estate, la stagione numero ventisette di Striscia.

STRISCIA LA NOTIZIA: MICHELLE HUNZIKER MOGLIE E MAMMA – Un alternarsi di conduttori che lascia ampio margine a qualche colpo di scena: Michelle, infatti, oltre a presentare di nuovo col pancione, sarà dietro il bancone Striscia proprio nei giorni precedenti al suo matrimonio con Tomaso Trussardi, che si celebrerà a Bergamo il prossimo 10 ottobre. «Ci inventeremo qualcosa di divertente» – aveva detto lei qualche giorno fa in un’intervista per Tv Sorrisi e Canzoni. «Vedremo di combinare qualcosa – promette oggi Ricci – Si sposa di pomeriggio, magari un collegamento con la festa». E per Michelle, il creatore di Striscia ha parole di profonda stima e affetto: «È nata in questo studio, con Paperissima Sprint –  ha ricordato Antonio Ricci, che di Michelle sarà il testimone di nozze – È sempre stata molto determinata». 

 

LEGGI ANCHE: La battuta di Alessandro Cattelan che fa “arrabbiare” Ilaria D’Amico

 

STRISCIA LA NOTIZIA: GLI INVIATI E LE VELINE – Squadra che vince non si cambia e per questo Striscia ha confermato in blocco tutto il team: Jimmy Ghione, Valerio Staffelli e i suoi tapiri, Cristiano Militello e i suoi striscioni, Moreno Morello, Cristian Cocco, Stefania Petyx, Capitan Ventosa, Edoardo Stoppa, Luca Abete, Fabio e Mingo, torneranno tutti ai propri posti. E naturalmente non mancheranno le imitazioni di Dario Ballantini – alle prese con nuovi personaggi, anticipa Ricci – né il Beppe Grillo di Sergio Friscia e la Peppa Pig di Valeria Graci. Confermati anche Veline e Velini della passata edizione: ad animare il bancone di Striscia, infatti, stanno per tornare la bionda Irene Cioni e la mora Ludovica Frasca che di tanto in tanto cederanno la scena agli aitanti Pierpaolo Pretelli ed Elia Fongaro. E qui Ricci non rinuncia a una pepatissima “nota a margine” sulle Veline: «Io non ho creato le Veline, ho evidenziato una funzione. La Velina è una che recita il ruolo di Velina, che mostra l’uso del corpo delle donne nei media. Siccome le nostre Veline le abbiamo costrette quasi a una vita monacale – aggiunge – oggi questo ruolo è stato preso dalle ministre». E poi prosegue: «Chi l’ha detto che la vera coppia è quella Velina-calciatore? Ultimamente va tanto la coppia giornalista-calciatore» – dice Ricci, alludendo ai gossip su Buffon e Ilaria D’Amico.

Le Veline Ludovica Frasca e Irene Cioni (Foto: LaPresse - Davide Stecconi)
Le Veline Ludovica Frasca e Irene Cioni (Foto: LaPresse – Davide Stecconi)

STRISCIA LA NOTIZIA: LA SIGLA PRENDE DI MIRA I SELFIE – Ma non mancano le novità. Tra queste c’è la nuova rubrica “Occhio al futuro” di Cristina Gabetti e – a svelarlo è ancora una volta Antonio Ricci – in generale Striscia la Notizia diventerà più “social”: sarà proprio Michelle Hunziker a “lanciare” il programma nel web che, per l’occasione, si regalato una nuova sigla che prende di mira il tormentone del momento, i selfie. Gabibbo e Veline, infatti, balleranno e canteranno sulle note di Selfame Mucho in ossequio alla moda degli autoscatti di ogni foggia e natura che popolano la Rete – e che Ricci definisce «onanismo sterile».

STRISCIA LA NOTIZIA: A CHI ANDRÀ IL PRIMO TAPIRO? – A chi andrà il primo Tapiro della stagione? C’è chi ha suggerito che potrebbe essere consegnato al padre di Matteo Renzi, nelle ultime ore finito al centro delle cronache per le vicende giudiziarie legate al fallimento di una sua società. Ma Antonio Ricci glissa: «Se diciamo che lo diamo a lui, scappa e si nasconde per tre giorni». Mentre Leonardo Pieraccioni osserva: «Poi Matteo Renzi telefona e dice che è lo zio di Mubarak». Dove non glissa, Ricci, è sui temi che verranno trattati da Striscia nel corso dei prossimi mesi, dalla politica e dalle «stonature e opposizioni del patto del Nazareno» alla tutela dei consumatori: «Il paese ideale non avrebbe bisogno di Striscia – ha dichiarato, con una nota di amarezza  – Ma il paese non è ideale, è un paese che va al contrario. Quindi è un paese che ha ancora bisogno di Striscia».

STRISCIA LA NOTIZIA: AL VIA CON LA COPPIA PIERACCIONI-BATTISTA – A inaugurare il ritorno di Striscia ci penseranno quindi Leonardo Pieraccioni e dal comico romano Maurizio Battista. Il primo ha dichiarato di non vedere un telegiornale «da quattro anni, da quando mi è nata la figliola», e di aver scoperto che Renzi era diventato premier «perché era venuto a inaugurare la scuola di Peppa Pig». Il secondo, invece, confessa di aver accettato di condurre Striscia «per non stare a casa con mia moglie». Ma nessuno dei due nasconde l’emozione. E se per Pieraccioni si tratta in qualche modo di un ritorno –  nel 2005 aveva condotto una puntata con l’amico Massimo Ceccherini –  durante il quale ha intenzione di divertirsi «like a pig», per Battista si tratta di una novità assoluta. Due aggettivi per descrivere la loro settimana da conduttori di Striscia? «Emozionante» ed «Elettrizzante» – dicono. E non è detto che, in futuro, la coppia Pieraccioni-Battista non possa tornare.

(Photocredit copertina: LaPresse – Davide Stecconi)