Perché Steve Jobs indossava il maglioncino nero?

Il biografo del fondatore della Apple svela i retroscena dell’abbigliamento del “visionario” Con Steve Jobs se ne va anche il...

Il biografo del fondatore della Apple svela i retroscena dell’abbigliamento del “visionario”

Con Steve Jobs se ne va anche il suo modo di vestirsi in maniera semplice, essenziale, comodo. Il jeans blu indossato rigorosamente senza cintura e la maglia nera a collo alto sono diventati nel tempo veri e propri segni distintivi dell’azienda di Cupertino e del suo fondatore.

Ma come mai Jobs ha deciso di indossare quel particolare tipo di indumenti e non ha mai cambiato stile? E’ possibile trovare una risposta nella biografia del Ceo di Apple firmata dallo scrittore Walter Isaacson che uscirà tra circa 15 giorni. Ad Isaacson Jobs ha svelato che la sua maglia è firmata dal noto stilista Issey Miyake. L’idea del padre di Apple era quella di fornire un capo aziendale uguale per tutti i dipendenti dell’azienda. Ma ogni volta che ha provato ad avanzare la proposta i lavoratori non hanno mai apprezzato l’idea. E’ per questo che Jobs si è dovuto accontentare di una divisa personale.

LA VISITA ALLA SONY - L’idea nacque durante un viaggio in Giappone nei primi anni ’80. Jobs chiese al presidente della Sony Akio Morita come mai tutti nelle fabbriche utilizzassero delle uniformi. Dopo la guerra – fu la spiegazione che gli fornirono i nipponici – nessuno aveva vestiti e aziende come la Sony dovettero provvedere a fornire a tutti i dipendenti degli indumenti da indossare tutti i giorni. Nel corso dei decennii le divise sono poi diventate un modo per legare i lavoratori all’azienda. “Decisi che volevo quel tipo di legame”, ha raccontato Jobs a Isaacson in una recente intervista ricordando l’episodio.

IL DOLCEVITA NERO - La Sony – ha raccontato Jobs al suo biografo – aveva contattato lo stilista Issey Miyake per creare le uniformi, una giacca in nylon. Fu così che anche Jobs contattò Miyake, per chiedergli di progettare un giubbotto per Apple. Jobs ha ricordato: “Tornai con alcuni campioni e dissi a tutti che sarebbe stato bello se tutti avessero indossato quei giubbotti. Ricevetti solo fischi dal palco”. Tutti odiavano la sua proposta. Dall’amicizia del fondatore di Aplle con Miyake nacque però l’idea di creare una divisa solo per il leader dell’azienda. Un dolcevita nero. Jobs ne possedeva un centinaio. Quando li ha mostrati al suo biografo ha detto: “Questo è quello che indosso. Questi mi bastano per il resto della mia vita”.