|

Marte: il rover della NASA Curiosity trova il suo primo meteorite

Il rover della NASA Curiosity ha trovato il suo primo meteorite su Marte: è di ferro ed è lungo circa 2 metri: gli scienziati l’hanno chiamato Lebanon, presumibilmente per la sua forma, riporta il Guardian. I meteoriti sono pezzi di roccia e metallo che cadono dallo spazio e vanno a colpire le superfici dei pianeti. Sono capsule del tempo che portano con sè è rimasugli di mondi condannati alla fine sin da quando ha preso forma il nostro sistema solare. Circa 4,6 miliardi di anni fa infatti il nostro sistema solare ha cominciato a formarsi, cosa che ha comportato la collisione di diverse rocce e asteroidi che fusi insieme hanno inizato gradualmente a dare forma alla Terra, Marte ed altri pianeti. I metalli affondavano verso il centro di ogni pianeta, mentre le rocce più leggere andavano verso la superficie per dare forma ai corpi celesti.

Foto: NASA/JPL-Caltech/MSSS via Getty Images
Foto: NASA/JPL-Caltech/MSSS via Getty Images

I METEORITI – Man mano che i pianeti crescevano, le collisioni tra di loro tendevano a diventare più violente: a volte i nuovi mondi tendevano a frantumarsi in mille pezzi piuttosto di fondersi insieme. Secondo quanto riportato dalla NASA, le cavità visibili sulla superficie del meteorite ritrovato, un tempo avrebbero potuto contenere olivina: se così fosse, vorrebbe dire che questo meteorite proviene dalla zona situata tra il nucleo e il mantello del pianeta che lo ospitava. Questo è il primo meteorite ritrovato da Curiosity, i suoi predecessori Spirit e Opportunity in passato avevano scovato dei frammenti di meteorite di piccole dimesioni. Il primo frammento trovato su Marte da Opportunity risale al 2005: anche in quel caso si era trattato di un meteorite di ferro.

Leggi anche: Le spettacolari mappe di Marte

CURIOSITY – I meteoriti sono molto comuni su Marte, perché il pianeta ha un’atmosfera molto sottile. Sulla terra sopravvivono qualche milione di anni prima di venire erosi, mentre su Marte questo fenomeno è un migliaio di volte più lento, per questo un meteorite potrebbe resistere miliardi di anni. Uno studio eseguito nel 2000 da Bland e Smith ha stimato che per ogni chilomentro quadrato di Marte potrebbero esserci tra i 500 e i 500 mila meteoriti con massa superiore ai 10 grammi. Curiosity è ormai in missione da quasi due anni ed è ancora in rotta verso il Monte Sharp. Il percorso però è molto più lungo del previsto, visto che i geologi della missione continuano a voler interrompere il cammino del Rover per studiare le rocce individuate lungo il suo percorso, inoltre le ruote di Curiosity si stanno danneggiando più di quanto previsto.

(Photocredit: Nasa/JPL-Caltech & NASA/JPL-Caltech/MSSS via Getty Images)