|

Il catfight di Travaglio con la ragazza di 18 anni a AnnoUno

Galeotta fu la presunzione di innocenza, dalla Innocenzi. Marco Travaglio, ospite ieri ad Anno Uno, si è trovato in difficoltà davanti a una ragazza 18enne che lo ha attaccato pesantemente per la posizione poco prima espressa sulla presunzione di innocenza, appunto, a detta di Travaglio ridicola (lo dica agli innocenti ingiustamente accusati anche dei reati più turpi).

BISOGNA DISTINGUERE – Parole che non sono piaciute a Elisa. Che prima di ripetere “presunzione di innocenza” in un loop snervante, ha attaccato la prima penna del quotidiano a muso duro: “Ma la smetta, vive di antagonismo, se vince Grillo che fa? Di cosa scrive?” Travaglio è in difficoltà, forse poco avvezzo a tanto astio nei suoi confronti, prima perde quasi le staffe: “Vorresti giornalisti che leccano il culo ai potenti?” poi chiede scusa per i toni e risponde che non si possono sentire “in bocca ai giovani argomenti vecchi”.