|

Luisella Costamagna attacca l’ex mentore Santoro per difendere Grillo

E’ ormai rottura totale fra l’ex “santorina” Luisella Costamagna e il suo vecchio mentore Michele Santoro.

L’ATTACCO – Ospite ieri a La Zanzara, la Costamagna, ex collaboratrice di Michele Santoro, attacca il giornalista per le sue parole contro Beppe Grillo: “Tra lui e Grillo ci sono ragioni e torti da entrambe le parti ma trovo grave che Santoro non sapesse che l’operaio della Lucchini era iscritto ed era stato candidato nel Partito Democratico. Il conduttore deve sapere chi manda in onda. Erano legittime le critiche contenute nel blog di Grillo”. “Che Santoro evochi la piazza – dice ancora al Costamagna – mi fa un po’ sorridere. Vedremo se riuscirà a riempirla visto che la sua piazza televisiva si è un po’ ridimensionata. Non mi piacciono i politici che attaccano i giornalisti. Ma non mi piace neppure chi si trincera con Grillo dietro la libertà di stampa mentre nei suoi confronti c’è stata sempre la libertà di insulto. A Servizio Pubblico Vauro gli ha detto che puzza di fascismo, gli hanno dato dello squadrista, del potenziale stupratore. Ogni tanto la reazione viene”. La Costamagna forse dimentica che nella stessa trasmissione è ospite fisso Marco Travaglio, che certo anti-grillino non pare proprio.

LUISELLA COSTAMAGNA – Un ritorno dopo tanto silenzio, quello di Luisella Costamagna, che dopo l’abbandono della tramissione di Santoro non si è fatta notare per altri progetti nonostante l’approdo a Sky Crime e  investigation con Giovani a Rischio. Per ora, quindi, la perla miliare della sua carriera rimane il catfight con Mara Carfagna, clamorosamente perso peraltro: