|

Il finanziere da 3,5 miliardi di dollari l’anno

Finanzieri  che guadagnano più di 10 milioni di dollari al giorno, per compensi annuali da diversi miliardi di dollari. I manager più pagati del mondo ottengono guadagni davvero stellari, e provengono dal mondo della finanza. Nel 2013, secondo la lista compilata da una rivista specializzata, i capi dei fondi speculativi sono stati i top manager ad ottenere le remunerazioni più alte del mondo.

Volatile Trading Day On Wall Street As Fears Over Euro Zone Continue

3,5 MILIARDI DI DOLLARI L’ANNO – Institutional Investor’s Alpha, una rivista specializzata in alta finanza, ha compilato la graduatoria dei top manager più pagati al mondo. Il più pagato tra i Ceo degli Hedge funds, i cosiddetti fondi speculativi, nel 2013 è stato David Tepper, il fondatore di Appaloosa Management, che ha guadagnato la cifra record di 3,5 miliardi di dollari. Tepper, che in passato ha ottenuto diverse volte il titolo di uomo più pagato al mondo, è riuscito ad assommare una simile cifra record grazie a rischiose scommesse in Borsa. I suoi fondi speculativi hanno investito in modo massiccio, tra le altre iniziative, nelle azioni di compagnie aeree fuori moda come American Airlines, Delta Air Lines e United Continental Holdings, che si sono risollevate sul mercato azionario americano, così determinando un maxi guadagno per Tepper. Il 42% del suo compenso 2013 viene da queste fortunate e rischiose operazioni. Secondo il New York Times il top manager pretende commissioni molto elevate dai propri clienti, pari fino al 20% dei guadagni generati con i loro investimenti.

LEGGI ANCHE: Anche gli hedge funds piangono

DOMINIO DELLA FINANZA – Dietro a David Tepper c’è un altro finanziere molto famoso, Steve Cohen di SAC Capital Advisors, che è riuscito a guadagnare 2,4 miliardi di dollari nel 2013. John Paulson, di cui si è parlato molto l’anno scorso viste le sue scommesse contro l’euro perse in modo piuttosto pesante, ha invece accumulato una retribuzione annuale di 2,3 miliardi di dollari. Paulson ha, a differenza dei suoi colleghi top manager, investito in modo meno rischioso, anticipando il rafforzamento di grandi aziende che operano su mercati quali biotecnologie, telecomunicazioni e medicale. I 25 top manager di maggior successo negli hedge funds hanno guadagnato più di 21 miliardi di dollari, una cifra più o meno equivalente a quanto ottiene il governo italiano da tutte le imposte sugli edifici.  Cifre imponenti, che diventano ancora più rilevanti se paragonate con le remunerazioni degli altri top manager statunitensi.

POVERO GOOGLE – Frankfurter Allgemeine Zeitung rimarca come il Ceo di Google Eric Schmidt sia finito nelle polemiche per il suo stipendio da 100 milioni di dollari nel 2011, una cifra ovviamente molto inferiore rispetto a quanto guadagnato dai top manager dell’alta finanza statunitense. Jamie Dimon, che guida la grande banca Usa JP Morgan, ha ottenuto nel 2013 una retribuzione pari a circa 20 milioni di dollari. Emolumenti assai ricchi, che diventano però cosa con i redditi, fissi o da guadagni dal proprio capitale, ottenuti dai finanzieri Usa. Cifre che diventano ancora più gigantesche se le si pensa spalmate su un diverso arco temporale. David Tepper ha guadagnato più di 10 milioni di dollari al giorno, mentre il reddito mediano di un nucleo familiare statunitense è pari a 50 mila dollari, in questo momento circa 35 mila euro con una rapporto di cambio di 1,4 tra dollaro e euro. Institutional Investor’s Alpha rimarca come i guadagni dei top manager dei principali hedge funds statunitensi siano in realtà contenute rispetto a quelle del recente passato. Il 2013 si è chiuso infatti come il quarto miglior anno degli ultimi 13 per i giganti della finanza speculativa.