|

Il ragazzino morto per una notte di partite alla Playstation al freddo

Hanno giocato alla Playstation per un’intera notte in un seminterrato, riscaldandosi con una piccola stufa : ora un ragazzo di 15 anni è morto per asfissia e il 16 enne che era con lui ha dovuto essere rianimato e ora si trova in ospedale. Il dramma è accaduto a Laer (Münster), riporta Bild.

Foto: NWM-TV
Foto: NWM-TV

Leggi anche: Missili (veri) e Play Station

INTOSSICATI DAL MONOSSIDO DI CARBONIO? – I due ragazzi avevano ricevuto il permesso di rimanere a giocare con la Playstation dai propri genitori: «probabilmente era troppo freddo ed hanno quindi acceso una stufa a propano», ha detto il procuratore di Münster Heribert Beck. Venerdì mattina  i genitori del 16 enne hanno fatto la terribile scoperta, trovando entrambi i ragazzi privi di sensi e allertando subito i soccorsi. Il 16 enne è stato trasportato in elicottero in una clinica specializzata, mentre per l’amico non c’era più nulla da fare. Secondo i vigili del fuoco, con molta probabilità a  causare la morte è stato il monossido di carbonio prodotto dalla stufa, che verrà analizzata da un perito, mentre il corpo del ragazzo verrà sottoposto ad autopsia. Secondo il procuratore Beck non vi sono indizi che portino nella direzione di un suicidio «i dettagli riguardante la morte del ragazzo verranno chiariti durante le indagini», ha concluso Beck.