|

Zakir Hossain: il video shock dell’uomo ucciso a pugni

Succede a Pisa e ne parla oggi Repubblica: Zakir Hossain, cittadino bengalese di 34 anni che lavorava regolarmente in un ristorante italiano, è stato ucciso con un pugno in un vicolo della cittadina toscana, apparentemente senza un motivo:

Zakir Hossain, bengalese di 34 anni con un lavoro in un ristorante indiano, aveva smontato da poco quando ha avuto la sfortuna di incrociarli, all’una meno un quarto della notte tra domenica e lunedì. Non sembra che l’immigrato abbia risposto alle provocazioni eppure si è preso un destro violento in faccia, è caduto e 36 ore dopo è morto. Quando è rimasto a terra gli amici del giovane che lo ha colpito, un tipo grosso e pelato con addosso un giubbotto di jeans e una maglietta nera, hanno guardato il suo corpo immobile per alcuni secondi, si sono certamente resi conto che qualcosa non andava ma non hanno chiamato soccorsi. Piuttosto se la sono data a gambe. Sono tornati di corsa al parcheggio dove avevano lasciato una Ford Fusion grigia con un faro rotto e delle bande nere laterali e si sono allontanati.

zakir pisa pugni 1 zakir pisa pugni 2

 

Ma la loro nottata non è finita lì:

Una volta in macchina, hanno attraversato l’Arno per raggiungere l’altro lato del centro di Pisa, quello nord, e hanno provato almeno in due nuove occasioni di attaccare briga. Sono tornati a casa a notte fonda. Dove? In questura sono convinti che non abbiano fatto molta strada, probabilmente vivono nella provincia o in periferia. Non ci dovrebbe voler ancora molto alla polizia per fermarli. «Lavoriamo 24 ore su 24», dice il capo della squadra mobile, Gonario Rainone. Le loro fisionomie si distinguono abbastanza bene in alcuni fotogrammi. Hanno jeans e giubbotti sportivi, scarpe da ginnastica, qualcuno indossa una tuta. E poi c’è la macchina e ci sono i racconti di due giovani che li hanno incrociati dopo il colpo all’immigrato.

Il video di Repubblica: