|

Gaia Caffiero è stata ritrovata morta: per i carabinieri è suicidio

Gaia Caffiero, la 18enne scomparsa giovedì pomeriggio a Torre Boldone è stata trovata senza vita in un torrente a Botta di Sedrina dopo che nella zona era stata ritrovata la sua moto, una vespa azzurra. Il corpo è stato recuperato dai vigili del fuco intorno alle 20 ed è stato ricomposto nella camera mortuaria del cimitero di Botta Sedrina, dove probabilmente verrà eseguita l’autopsia. Bergamonews aggiunge che la moto della ragazza era parcheggiata in una strada vicina al ponte che attraverso il torrente, mentre il cadavere è stato recuperato in un bosco a circa 300 metri più a valle. Ad accorgersi dello scooter è stato il proprietario di un’abitazione vicina.

Gaia Caffiero 1
https://www.facebook.com/gaia.caffiero

Leggi anche: Yara: il Dna conferma che l’assassino è il figlio di Giuseppe Guerinoni

GAIA CAFFIERO, L’APPELLO SU FACEBOOK – La ragazza era uscita di casa giovedì pomeriggio senza spiegare nulla alla mamma Patrizia, che in serata ha poi sporto denuncia ai carabinieri. Su Facebook era anche stato pubblicato un annuncio con la foto di Gaia:

Sappiamo solo che ha un giubbettino leggero beige di Liu Jo e dovrebbe avere delle scarpe rosse. È uscita con la vespa 50 azzurra targata X3SRPK. È senza documenti, senza soldi e senza cellulare. Vi chiediamo di condividere questo messaggio e aiutarci a spargere la voce; se la vedete vi preghiamo di avvisarci subito al 347-7457080, o di chimare i Carabinieri al 112, oppure la polizia locale al 340-4508161, o ancora il sindaco al 348-527738″.

La madre era disperata e aveva aggiunto che la giovane aveva «problemi di salute e non ha con sè neppure le sue medicine, oltre che non avere denaro».

GAIA CAFFIERO, SI PARLA DI SUICIDIO – La diciottenne trovata morta in un torrente a Botta di Sedrina, nel Bergamasco, si sarebbe uccisa. A casa della ragazza, a Torre Boldone, è stato trovato un biglietto che conferma la volontà di togliersi la vita. Stando a quanto ricostruito dai carabinieri, Gaia Caffiero ha raggiunto con la sua Vespa il ponte di Botta di Sedrina, un cavalcavia già teatro in passato di suicidi, e si è buttata, finendo nel torrente sottostante e morendo sul colpo. I soccorritori hanno prima notato la moto e hanno quindi concentrato nella zona le ricerche.