|

James Franco e la «verità» sulla minorenne sedotta via Instagram

«Mi sento piuttosto in imbarazzo e credo di essere un esempio di quanto i social media siano complicati». James Franco torna a parlare dello «scandalo» della diciassettenne Lucy Clode, la ragazza scozzese in viaggio a New York che avrebbe abbordato su Instagram dopo averla incontrata per caso fuori da un teatro di Broadway. La storia di James Franco che rimorchia le minorenni su Instagram ha fatto il giro del mondo ed è l’attore stesso a tornare in argomento questa mattina, ospite del salotto di Live With Kelly and Michael.

james-franco-minorenne-instagram 2

«HO GIUDICATO MALE» – Come racconta Gawker, l’attore 35enne avrebbe detto di «aver giudicato male» l’intera situazione, sottolineando che, in quanto personaggio famoso, «non solo devo sottopormi a rituali imbarazzanti per poter incontrare qualcuno, ma a volte finisce che viene a saperlo il mondo intero». Gawker sottolinea che è stato Franco a tirare fuori la questione, senza che nessuno dei due conduttori ne avesse fatto cenno.

 

LEGGI ANCHE: James Franco e la strana storia della ragazza minorenne rimorchiata su Instagram

 

E SE FOSSE «SOLO» UNO SPOT DEL SUO PROSSIMO FILM? – Intanto, il sospetto che dietro all’intera faccenda ci sia una gigantesca operazione di marketing si fa sempre più pesante: Franco, infatti, tornerà presto al cinema con Palo Alto, storia di un gruppo di adolescenti tra turbamenti e primi amori in cui Franco – oltre che essere autore della raccolta di racconti da cui è tratto il film – interpreta anche un allenatore di una squadra di calcio femminile che ha una relazione con una ragazzina sua atleta. Il film, che negli Stati Uniti uscirà il 9 maggio prossimo, è preceduto dal trailer messo online martedì. Lo stesso giorno del «pericoloso incontro» di Franco con Lucy e della successiva conversazione diventata di dominio pubblico.
Guarda il trailer di Palo Alto: 

(Photocredit copertina: Getty Images)