|

Tommy Lynn Sells: il serial killer giustiziato in Texas

Esecuzione della pena capitale in Texas. Ieri nel carcere di Huntsville, capoluogo dell’omonima contea, è stato ucciso con un’iniezione di pentobarbital il serial killer Tommy Lynn Sells, 49 anni, condannato a morte per aver ucciso a coltellate nel 1999 Kaylene Harris, una bambina di 13 anni.

 

Execution Drugs Texas

 

L’UCCISIONE DI UNA 13ENNE A COLTELLATE – L’esecuzione è stata effettuata dopo che la Corte Suprema degli Stati Uniti ha respinto un ricordo del detenuto nel braccio della morte, i cui legali avevano chiesto di conoscere il nome della farmacia che avrebbe fornito il farmaco letale, per verificare la qualità del farmaco e proteggere quindi Sells dal dolore e da una sofferenza ‘incostituzionale’. Sells risulta essere il primo condannato a morte del Texas eseguito con il pentorbital, un barbiturico ad azione rapida sintetizzato negli anni ’20.

LA CONDANNA NEL 2000 – Il condannato ha evitato di rilasciare una dichiarazione prima dell’iniziezione e, a quanto si apprende, è stato dichiarato morto 13 minuti dopo la somministrazione della sostanza. A seguire l’esecuzione c’era anche il padre della vittima di Sells, Terry Harris, che ha detto ai giornalisti di considerare la condanna a morte una sofferenza meno grave di quanto l’assassino non abbia recato agli altri. Sells fu condannato alla pena di capitale nel 2000 per la morte di Kaylene e per l’aggressione l’aggressione e il ferimento alla sua amica di 10 anni Krystal Surles, che riuscì poi a sfuggire all’attacco e ad aiutare la polizia nella ricerca dell’assassino. Complessivamente Sells è stato sospettato come autore di 7 omicidi compiuti dal 1987 in poi.