|

Le 9 opere d’arte spiegate con le emoticon

Edward Hopper, il pittore famoso per aver documentato la società americana del 20° secolo una volta ha notaato che l’arte di una nazione è grande quando riflette la sua gente. Se Hopper credeva davvero ciò dovrebbe essere contento del fatto che il suo concetto sia stato adottato appieno tramite l’uso di emoticon. Nastya Ptichek, un artista di Kiev ha rivisto questo concetto inserendo emoji, notifiche di Instagram, aggiornamenti di Twitter e messaggi di Facebook in alcune opere d’arte, riporta Wired.

Leggi anche: Ecco come le tue emozioni possono ucciderti