|

Giorgio Panariello sfotte Beppe Grillo e succede il finimondo

Giorgio Panariello è in queste ore nell’occhio del ciclone per un giudizio relativo al tour teatrale di Beppe Grillo, «te la do’ io l’Europa», definito da lui stesso un comizio a pagamento in previsione delle elezioni europee che si terranno il prossimo 25 maggio. E tale giudizio non è stato condiviso dai grillini che anzi rispondono a tono al post di Facebook incriminato.

Intervento di Beppe Grillo al Parco delle Cave a Milano

 

LEGGI ANCHE: Reato di clandestinità: ecco come ha votato realmente il MoVimento 5 Stelle

 

BOTTA E RISPOSTA – Come detto, secondo il comico toscano quello di Grillo non è uno spettacolo teatrale ma un comizio ed esprime la sua sorpresa per il fatto che il Semplice Portavoce sia riuscito a vendere i biglietti dello show:

Solo Grillo poteva far pagare un biglietto per sentire un comizio!! Fantastico

panariello-grillo (1)Tale frase, inevitabilmente, ha scatenato la rabbia degli grillini di Facebook iscritti alla pagina del comico attaccandolo per una riflessione che, secondo loro, lo svilisce. E sono in molti a sottolineare che quello di Grillo non è un comizio ma uno spettacolo al quale gli italiani scelgono di partecipare pagando un regolare biglietto. E per questo molti si definiscono delusi mentre qualcuno evoca la possibilità che Panariello stia in realtà temendo l’arrivo al potere del Movimento Cinque Stelle (!1! Panariello è kasta!) Quando in realtà aveva solo espresso un’opinione.