|

Michele Serra contro il MoVimento 5 Stelle

Michele Serra su Repubblica oggi ci racconta la differenza tra fare attività politica negli anni precedenti all’avvento di Beppe Grillo e l’attuale metodo di selezione della classe dirigente del MoVimento 5 Stelle. Con una punta, nemmeno troppo piccola, di sarcasmo:

Se aveva altro tempo da dedicare (gratis) all’attività politica, diventava consigliere di quartiere. Un gradino in più e, se lo votavano in parecchi, veniva eletto nel suo Comune. Qualcuno, dopo anni di attività e di vaglio, diventava dirigente nazionale o deputato. Nel frattempo aveva imparato come funzionano le istituzioni, le leggi, l’attività amministrativa. Era diventato un politico di professione. Qualcuno rubava. Qualcuno no. Ora uno si iscrive a una specie di gioco di ruolo sul web, si sottopone al giudizio di una cerchia ristretta di aventi diritto e con poche centinaia di voti (in qualche caso poche decine) può diventare parlamentare europeo. La politica è l’unico settore in cui l’accesso alla professione è diventato molto più semplice.