La sindrome dei lucchetti di Moccia infesta anche Parigi

Pont de l'Archevêché

Francesi sul piede di guerra contro i lucchetti d'amore che assediano i ponti della capitale

Parigi è la città dell’amore e da quando l’ideona d’attaccare un lucchetto a un ponte e buttare via la chiave promettendosi eterno amore si è allargata da ponte Milvio al resto del mondo, è invasa da innamorati che ne vogliono lucchettare i ponti.

Le Pont Des Arts and The Love Padlocks in Paris

LA MOCCITE A PARIGI - I francesi non lo hanno nemmeno capito da dove arriva questa piaga, che comunque sopportano con stoica indifferenza. Sono infatti due americani che vivono a Parigi i promotori di un sito e di una petizione che chiama alla lotta contro l’assurda mania. Lotta al 100% entro i confini della legalità, precisano sul loro sito, nessuna iniziativa di forza per rimuovere i lucchetti, ma solo appelli all’opinione pubblica e all’amministrazione americana.

LEGGI ANCHE: Ponte Milvio dice addio ai lucchetti di Moccia

VERSO IL MILIONE DI LUCCHETTI - A Parigi si stima che ne abbiano già attaccati 700.000 dal 2008, anno nel quale, partendo dall’Italia a seguito dell’uscita del film «Scusa ma ti chiamo amore», la mania ha cominciato a lasciare i primi segni sulle balaustre dei ponti. A Parigi, in mancanza di un riferimento letterario preciso, i più infestati sono il Pont des Arts e Pont de l’Archevêché (Che su Google Maps è indicato come «Lovelock bridge»), che offrono sulle spalle un’utilissima rete alla quale appendere con estrema facilità e in bell’ordine i lucchetti, ma un po’ tutti i ponti nel centro della capitale francese sono stati colpiti.