|

L’esplosione in un appartamento a Torino

Un’esplosione si è verificata all’alba in un appartamento di un palazzo di nove piani alla periferia di Torino, in Strada della Verna. Dopo lo scoppio un bambino è stato estratto vivo dalle macerie: dato in un primo tempo per disperso, è stato ritrovato salvo pochi minuti dopo le sette del mattino. Il giovane è però rimasto ferito, precipitato dopo l’esplosione: ha riportato un trauma cranico. Il bilancio è di quattro persone intossicate e due ustionate in modo lieve: sono stati trasportati in ospedale anche due bambini di 10 e 14 anni e la loro madre 35enne, che hanno inalato i fumi scatenati dalle fiamme all’interno della palazzina. Nessuno si trova in gravi condizioni.

esplosione appartamento torino 2

L’ESPLOSIONE NELL’APPARTAMENTO A TORINO – Due palazzine popolari sono state evacuate. Lo scoppio, che sarebbe dovuto all’esplosione di una bombola di gas, si sarebbe verificato al primo piano, nell’appartamento di una famiglia di cinque persone. L’incendio si è poi esteso al palazzo accanto, sempre di nove piani. Sul posto sono intervenuti i mezzi del 118 e altri mezzi dei carabinieri e dei vigili del fuoco, ancora impegnati nell’intervento.

esplosione appartamento torino 3
Photocredit: Sky Tg24

BAMBINO ESTRATTO VIVO DALLE MACERIE – Il bimbo estratto vivo dalle macerie, ferito, è stato portato in ospedale: ha riportato un trauma cranico. In un primo bilancio, i vigili del fuoco hanno riferito di quattro persone intossicate e due ustionate (di età adulta) in modo lieve e trasportate al Cto. Più di venti persone sono state fatte uscire dall’edificio. Evacuate anche le famiglie delle due palazzine adiacenti: gli inquilini dei due edifici sono state fatte uscire di casa dopo le sei del mattino e stanno adesso assistendo in strada alle operazioni di spegnimento dell’incendio. a protezione civile si sta attrezzando per fornire agli sfollati coperte e i generi di prima necessità. Sono intervenuti anche i carabinieri, la polizia e la polizia municipale. Su SkyTg24 è stata Adriana Rinaldi, dei Vigili del Fuoco di Torino,  a confermare come il bambino sia stato estratto vivo dalle macerie. «Non ci sono altre persone disperse», ha concluso.

Edit: Sarebbero complessivamente 9 le persone rimaste ferite, per l’incendio, in seguito all’esplosione in un appartamento, in una palazzina a Torino. Sul posto ancora al lavoro i vigili del fuoco, polizia e 118. In particolare, sono rimasti feriti una donna e due ragazzini di 10 e 14 anni, un altro bambino, che era dato disperso e’ stato estratto poco fa dalle macerie e portato all’ospedale ”Regina Margherita” con un trauma cranico. Altre persone sono state lievemente intossicate per il fumo ed un uomo, che ha riportato lievi ustioni è stato portato al Cto di Torino.

Edit II: Dei 13 feriti e intossicati nell’esplosione di stamattina a Torino, una donna di 37 anni, Giuseppina Parrinello, risulta in gravi condizioni all’ospedale Giovanni Bosco. E’ la mamma dei due ragazzi, di cui uno di 14 anni estratto dalle macerie. Secondo gli ultimi accertamenti, gli appartamenti evacuati sono 48. I vigili del fuoco, dopo sopralluogo nella casa dell’anziano da dove sarebbe partita l’esplosione, non hanno trovato bombole. Resta però confermata l’ipotesi di una fuga di gas. Intanto sul posto è giunto il sindaco Piero Fassino.