|

La bufala dello skateboard volante di Ritorno al futuro che diventa realtà

In “Ritorno al futuro”, Michael J. Fox ha reso memorabile la scena in cui affronta dei gangster con l’Hovereboard, lo skateboard antigravitazionale. Ora in internet circola una pubblicità di una fantomatica azienda che sostiene di essere riuscita a metterlo in produzione. Qualsiasi bambino che ha visto il film negli anni ’80 ha segretamente sognato di possedere un oggetto del genere e la Huvrtech ha presentato un video che presenta il prodotto, al quale viene data enorme credibilità dall’endorsement della stella dello skateboard Tony Hawk o del musicista Moby, così come Christopher Llyod, che in Ritorno al futuro interpretava Emmet “Doc” Brown. I fondatori della start-up sostengono di essere ex studenti del MIT e che il giocattolo verrà lanciato sul mercato nel dicembre del 2014.

ECCO PERCHÉ SI TRATTA DI UNA BUFALA – Purtroppo si tratta di una bufala, infatti la pubblicità della tavola da skateboard antigravitazionale è stata postata anche sul sito Funny or Die e sarebbe solamente un elaborato piano di martketing multimediale. Inoltre, riporta Die Welt, lo skateboard sarebbe in realtà sorretto da alcuni cavi proprio come face Robert Zemeckis nel film. Come se non bastasse, nel sito di Huvrtech non viene spiegato assolutamente quale sia la tecnologia che si nasconde dietro la tavola antigravitazionale, né in che modo possa lo skateboard sorreggere il peso di una persona. Come se non bastasse, la gravità è una forza dalla quale non si può fuggire, è sempre presente ed è più forte di qualsiasi altra forza che potrebbe provare invano a contrastarla. L’istituto per la ricerca sulla gravità della fondazione Göde aveva anche messo in palio un premio di 1 milione di euro a chi sarebbe riuscito a dimostrare l’esistenza di qualche tipo di effetto antigravitazionale, ma fino ad oggi nessuno è riuscito nell’impresa.

Leggi anche: La bufala dello skateboard volante di Ritorno al futuro che diventa realtà.

UNA TROVATA PUBBLICITARIA DELLA NIKE? – La lievitazione fino ad ora è stata possibile solo in alcuni mezzi di locomozione come l’hovercraft – grazie alla forza dell’aria – o come ad esempio quei treni che si spostano su un binario che grazie al suo campo magnetico fa in modo che il mezzo che vi scorre sopra non tocchi, annullando di fattol’attrito. Questi fattori fanno pensare come possa essere assurdo e impossibile che chi fosse riuscito a scoprire una tecnologia del genere l’avrebbe utilizzata per un giocattolo. Non è ancora chiaro chi abbia registrato il sito huvretch.com, ma i sospetti “gravitano” intorno alla  alla Nike: è lecito infatti pensare che l’hoverboard faccia parte di una campagna di marketing virale messa in piedi per pubblicizzare le Nike Air Mags, le scarpe autoallaccianti che indossa Marty McFly in Ritorno al futuro e che verrano messe in commercio nel 2015 proprio dalla Nike.