Il Santone con cento mogli

Parte un nuovo processo a Warren Jeffs, leader della Chiesa Fondamentalista di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni Il...

Parte un nuovo processo a Warren Jeffs, leader della Chiesa Fondamentalista di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni

Il re del culto della poligamia va a processo. E difficilmente la scamperà. Warren Jeffs, che mesi fa aveva profetizzato la sua uscita dal carcere, invitando i suoi seguaci a costruirgli una grande casa grande come un Holiday Inn per accoglierlo trionfalmente al ritorno dalla prigione del Texas occidentale dove è attualmente rinchiuso, rischia di restare in cella a vita, e l’enorme edificio che avrebbe dovuto accoglierlo restare inutilizzato.

CENTO MOGLI - Jeffs, che può vantare un centinaio di mogli, è accusato di abusi sessuali su minori, adolescenti che sarebbero stati coinvolti nella sua setta Fundamentalist Church of Jesus Christ of Latter Day Saints (FLDS), la Chiesa fondamentalista di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, e nei matrimoni illegali tra maschi adulti e ragazze minorenni da lui celebrati. Il 55enne leader della FLDS avrebbe celebrato un rito, denominato “matrimonio celeste” per sfuggire alle leggi che vietano e condannano la poligamia, tra maggiorenni e ragazze di 17 e 12 anni.

DITTATORE - La storia di Jeffs e della sua cerchia di seguaci, alcune centinaia, è caratterizzata da episodi di violenza e minacce. “Gli ho detto che se volevano mia figlia avrebbero dovuto passare attraverso la mia mazza da baseball”, ha fatto sapere uno dei principali accusatori, un ex membro della setta, il sig. Wyler. Lui e gli altri pentiti della partecipazione alle iniziative del carismatico oratore Jeffs paragonano il leader in manette come un dittatore che governa gli altri con la paura. Un potere che continua ad esercitare anche dietro le sbarre. Comunicando con gli adepti grazie a messaggi inviati dalla cella, avvertendo i suoi adoratori che la (loro) mancanza di fede è ad oggi l’unica responsabile di eventuali problemi per il capo. I seguaci rispondono inviando denaro a sufficienza per pagare i sette avvocati che provano a difendere Jeffs.

MATRIMONI ILLEGALI - Per la prima volta Jeffs è finito in manette nel giugno 2006, con l’accusa di celebrare matrimoni illegali. Un mese prima era finito nella lista dei dieci uomini più ricercati dell’Fbi. Nel 2007 è stato raggiunto da otto nuove accuse di abusi sessuali e incesto. E per questo condannato a dieci anni di carcere.

LA REPLICA – Riceviamo e pubblichiamo una lettera dall’ufficio stampa della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni:

Facciamo riferimento alla notizia da voi pubblicata “Il Santone con cento mogli” pubblicata sul vostro sito il 25.07 u.s. e al fatto che diverse agenzie di stampa in questi giorni hanno riportato che il capo poligamo Warren Jeffs è stato dichiarato colpevole.  Pensiamo che troverete utili alcuni chiarimenti ai quali vi chiediamo di voler prestare attenzione qualora doveste fare nuovamente riferimento a questo caso o a situazioni analoghe.

1. Warren Jeffs non è un mormone

Warren Jeffs non è un membro della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni e non lo è mai stato. Non ha neppure alcun collegamento o associazione, sia ufficiale che non ufficiale, con la Chiesa.

2. I mormoni non praticano la poligamia

La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni ha cessato la pratica della poligamia nel 1890.

Nel 1998, il Presidente della Chiesa Gordon B. Hinckley dichiarò: “Desidero affermare categoricamente che questa Chiesa non ha niente a che fare con coloro i quali praticano la poligamia. Essi non sono membri di questa Chiesa. La maggior parte non lo sono mai stati. Essi stanno violando la legge civile. …

“Se si scopre che alcuni fra i nostri fedeli stanno praticando il matrimonio plurimo, sono soggetti alla scomunica, che è la penalità più grave che la Chiesa possa imporre. Non soltanto essi  stanno violando direttamente la legge civile, ma stanno pure violando direttamente la legge di questa Chiesa.”

3. Non esiste un tipo di definizione come “Fondamentalista mormone” oppure “Setta mormone”

Il termine “Mormone” è un soprannome comunemente riferito ai membri della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni. Le definizioni “Fondamentalista mormone” oppure “Setta mormone” non esistono. Un termine corretto per definire questi gruppi poligami è “gruppi poligami”. Includere la parola “Mormone” è  un elemento deviante e sbagliato.

La Associated Press Stylebook dichiara: “Il termine Mormone non si applica correttamente alle altre chiese dei Santi degli Ultimi Giorni che si sono in seguito separate dopo la morte di [Joseph] Smith”.

Facciamo comunque notare che la parola mormone non è mai stata attribuita a Warren Jeffs nel pezzo e che viene sempre definito leader della Chiesa Fonndamentalista di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni e non della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.