|

“Marco Travaglio ancora al mare, è una vergogna!”

Su Chi lo sgùb, oggi ripreso dal Corriere

Anche il Corriere percula un po’ Chi per le immagini di Travaglio al mare e l’indignazione del Giornale: il pezzo di Maria Luisa Agnese

Marco Travaglio va al mare a Varigotti in versione famiglia, e seduto in sdraio con la moglie Isabella legge ammansito “Bugiarda no, reticente” di Franca Valeri. Ma, grazie alla mutandina olimpionica e al suo fisico in ordine, anche se appena tornito, viene subito individuato dall’obiettivo dei fotografi, e trasformato da Chi in uno dei primi «sirenetti» dell’estate 2011. E per la «prova costume» Alfonso Signorini chiama in causa Luca Temperini, direttore di palestra milanese, che compila la pagella: spalle larghe e armoniose, addominali e pettorali appesantiti da 5 chili di troppo, bicipiti senza tono muscolare, ma nell’insieme il giornalista viene promosso, considerata l’età, 47 anni, e il lavoro sedentario. Forse l’intenzione era quella di malignare un po’ sull’intellettuale antagonista, sul profeta dell’opposizione sempre indignato con il governo e i suoi adepti, smitizzandolo e riducendo anche lui a icona mediatica. E difatti il Giornale cugino riprende lo scoop con titolo malizioso, «Travaglio beccato a Varigotti» . Ma siamo sicuri che questa sia davvero gogna o non piuttosto esaltazione involontaria, in anni in cui il ben apparire paga sempre e porta voti e consensi? D’altra parte la galleria dei «sirenetti» illustri è ormai affollata, da Berlusconi giovane che gonfia il bicipite al più recente Barack Obama, «sirenetto» , anche lui quarantasettenne, nel 2008 nelle onde delle Hawaii.