|

Piazzapulita e lo scontro tra Laura Boldrini ed il Movimento 5 Stelle


PIAZZAPULITA E IL DL IMU – BANKITALIA – Con il decreto sono state rivalutate le quote delle banche, non si tratterebbe di un vero trasferimento di 7,5 miliardi di liquidità. Sebastiano Barisoni sostiene che questo potrebbe essere un regalo alle banche private nel caso in cui Bankitalia debba rilevare le quote in eccesso in  quanto le banche private potranno possedere solo il 3% delle quote. Solo in  questo caso dovrebbe tirare fuori soldi pubblici. Marco Causi relatore decreto Imu Bankitalia del Pd sostiene che senza l’Imu servirà un decreto del governo che servirà a scongiurare l’aumento delle accise dall’altra. Paola De Micheli pensa chde sia stato dimostrato ampiamente che non vi siano stati regali da parte dello stato alle banche. Per Battista quello di Bankitalia è un pasticcio ed è tipico dei governi deboli che non riescono a gestire le opposizioni.  La Meloni ha aggiunto che «Bankitalia è una società di diritto pubblico, non una Spa. Se volessimo uscire dall’euro noi dovremmo ripagare con i nostri soldi almeno 7,5 miliardi»

 

 

 

 

 

PIAZZAPULITA E LA SEVES – Francesca Nava si trova a Firenze con i lavoratori della Seves, azienda che produceva il vero made in Italy, per esempio i mattoni di vetro. I lavoratori sono in lotta e anche i cittadini sono entrati nella fabbrica per portare la propria solidarietà ai lavoratori. La ditta produceva i mattoni di vetro che sono serviti a costruire la Maison Hermes di Tokyo, progettata da Renzo Piano. Una lavoratrice della ditta prende 800 euro di stipendio al mese e spende 463 al mese di asilo per suo figlio, Gian Luca Brambilla chiede se l’azienda non funziona più o semplicemente ha cambiato il luogo di produzione. Un operaio sostiene che non ci sarà una vera delocalizzazione, perchè in Repubblica Cieca, posto in cui si sposterà la produzione, non verranno prodotti mattoni della stessa qualità. La Meloni pensa si stia parlando di un’azienda che si trova nel vortice di uan speculazione.

 

 

 

piazza pulita

PIAZZAPULITA E L’ITALIA – Padellaro crede che quando si pensa ala M5S bisogna anche pensare al fatto che l’Italia sia un paese corrotto e che i grillini siano una naturale reazione a questa situazione. Gian Luca Brambilla pensa che le parole usate in parlamento e sui social network siano parole da educande rispetto a quello che si sente in giro. Pensa che l’Italia sia un paese che non è amministrato e si chiede come mai non vengano affrontati i temi cruciali e fa “outing” dicendo di aver votato Movimento 5 Stelle perchè «di fronte ad una foresta pietrificata la pazienda delle persone ad un certo punto finisce», il che lo ha portato a fare scelte di un certo tipo. Pensa che i cambiamenti avvenuti in Italia in questi mesi siano merito di «questi ragazzi con i loro no».

 

 

 

 

 

 

PIAZZAPULITA E PAOLO BECCHI  – Paolo Becchi crede che l’utilizzo della tagliola da parte della Boldrini sia stato un attacco violento al quale c’è stata una reazione da parte del M5S comprensibile ma non giustificabile. Pensa che quello che è successo in parlamento è sorprendente perchè negli ultimi anni non c’è stata oppposizione. Pensa che all’interno del M5S due persone che possono sotituire Grillo sono Di Battista e Di Maio, puntualizzando però che i grillini sono una squadra. Pensa che il fatto che le proposte di legge siano discusse in internet sia un passo avanti e che anche se sono pochi a discutere sono più di Berlusconi e Verdini che si trovano e decidono aggiungendo anche che è necessario guardare alla qualità del processo e non al numero delle persone.

 

 

 

 

 

Schermata 2014-02-03 a 22.18.50

PIAZZAPULITA E IL PARLAMENTO “INUTILE” –

piazza pulita 1 piazza pulita 2

PIAZZAPULITA, PADELLARO E LA BOLDRINI – Antonio Padellaro crede che la Boldrini abbia tutto il diritto di essere indignata per le critichde ricevute e che ieri da Fazio ha detto una cosa molto importante e seria, ovvero che il M5S ha degli «atteggiamenti eversivi». Si chiede quindi come il presidente della camera possa continuare con il suo ruolo di garanzia definendo in questo modo un partito che rappresenta un terzo della camera dei deputati «Dovrebbe dimettersi». La De Micheli pensa che la Boldrini abbia ascoltato e candelarizzato tutte le proposta fatte dall’opposizione e quindi anche dal M5S garantendo le minoranze. Cjiede allora come possa fare Di Maio, vicepresidente della Camera a mantenere un ruolo di garanzia. La meloni pensa che la Boldrini stia facendo male il suo lavoro e che i primi a non rispettare le regole sono quelli che dovrebbero farle rispettare. Nel frattempo Luigi Di Maio risponde alla De Micheli dalla sua Pagina Facebook

piazza pulita 1

 

 

 

 

 

PIAZZAPULITA, PAOLA DE PIN E IL M5S – Paola De Pin, ex M5S e ora gruppo misto dice che non è accettabile esprimersi con questi toni. Pensa che il merito del M5S sia stato quello di smuovere le acque, ma ora sarebbe alla deriva e una cosa che mancherebbe all’interno del movimento sarebbe la democrazia, arrivando a parlare di «setta religiosa».

 

 

 

 

PIAZZAPULITA, E L’ATTACCO ALLA BOLDRINI – Pierluigi Battista dice che oltre ad esserci un attacco in rete ai danni della Boldrini, vi sia stata un’aggressione fisica vera e propria, correndo verso la presidenza della camera e non lasciando lavorare le commissioni. Padellaro sostiene che gli insulti non sono cominciati con il M5S. Un militante grillino sostiene che il M5S voglia costruire un’attività politica parteciparta che a volte può trovare il consenso di persone che non hanno capito qual è lo spirito del movimento.

Leggi anche: Beppe Grillo e la bufala del tweet cancellato da Laura Boldrini.

 

 

 

 

PIAZZA PULITA

PIAZZAPULITA E «LA BOLDRINI IN MACCHINA» – Formigli torna sull’interrogativo lanciato sulla pagian di Beppe Grillo «Cosa succederebbe se ti trovassi la Boldrini in macchina», cosa che ha scatenato una grande qantità di insulti sessisti. Giorgia Meloni crede che purtroppo le donne in italia vengono sempre insultate con epiteti sessisti e anche lei viene spesso presa di mira con insulti di questo tipo. Pensa che il problema del sessismo in Italia sia un problema reale e che deve essere affrontato sempre. Paola De Micheli dice di essere preoccupata per queste vicende di «una gravità al limite del sovversivo». Si dice d’accordo con la Meloni riguardo al fatto che la questione del sessismo debba essere affrontata sempre e per tutte le donne.

 

 

 

 

piazza pulita

PIAZZAPULITA E IL CASO BIGNARDI – Corrado Formigli inizia la puntata sottolineando il fatto che i parlamentari grillini vengono invitati tutte le settimane e che tutte le settimane tutti rifiutano. Torna poi sul caso Di Battista intervistato dalla Bignardi che gli chiede del padre fascista, motivo per il quale la Bignardi è stata attaccata duramente, anche da Rocco Casalino, che le chiede di suo suocero. Antonio Padellaro crede che non abbia avuto nessun senso chiedere a Di Battista se è imbarazzato dall’avere un padre fascista, ma capisce che la Bignardi l’abbia chiesto per metterlo in difficoltà. Pierluigi Battista sostiene che non ci sia nulla di imbarazzante di avere un padre fascista, visto che il parlamento non c’è il suo genitore. Giorgia Meloni crede che un giornalista che fa delle domande non pertinenti sia lecito

 

 

 

 

 

 

PIAZZAPULITA E IL DL IMU BANKITALIA – La puntata si apre con la bagarre in aula in seguito alla ghigliottina del prersidente della camera Laura Boldrini sul dl Imu Bankitalia. Giorgio Sorial, il parlamentare del M5S che ha dato del boia a Napolitano ha detto che «la democrazia è morta». Alessandro Di Battista
parlando del modo di esprimersi dei suoi colleghi di partito chiede alla giornalista se sia più grave usare un linguaggio inappropriato o regalare i soldi alle banche.

 

 

 

 

 

PIAZZAPULITA, LA PRESENTAZIONE – Piazzapulita, il talk show di approfondimento politico condotto da Corrado Formigli in onda su La7 a partire dalle 21.10, nella puntata di questa sera  intitolata “Il sovversivo”, si occuperà del M5S e dei recenti avvenimenti che hanno animato il dibattito politico in parlamento ed in televisione, in particolar modo dello scontro tra il presidente della Camera Laura Boldrini ed il Movimento 5 Stelle.

Leggi anche: Beppe Grillo e la bufala del tweet cancellato da Laura Boldrini

PIAZZAPULITA, GLI OSPITI – Ospiti in studio questa sera saranno Paola De Micheli del Pd, Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia, il giornalista del Corriere della Sera Pierluigi Battista, il direttore de Il Fatto Quotidiano Antonio Padellaro, l’imprenditore Gian Luca Brambilla, la senatrice dissidente M5S Paola De Pin. Interverrà anche il professor Paolo Becchi.