|

Nina: la escort che fa tremare Jesi

Il Messaggero racconta oggi la storia di Nina, una escort moldava che esercita a Jesi e che è diventata in poco tempo attrazione della città:

La porta del paradiso del sesso, in un appartamento- alcova nel centro storico di Jesi. Mora, occhi verdi, alta e flessuosa, Nina svuotava portafogli e rapiva cuori. Moldava, 32 anni, escort con la laurea in Psicologia che sfruttava a dovere. Non solo un corpo a pagamento, ma anche amante, confidente, amica, geisha, Musa di vite disperate. Così Nina faceva perdere la testa ai clienti in continuo pellegrinaggio verso la casa squillo di piazza Federico II, per trascorrere qualche minuto con lei.

Un pezzetto di Eden a 100-150 euro:

Bussavano vip, medici, avvocati, imprenditori, artigiani,ma anche operai e anziani. Gli stessi che, in seguito al blitz della Polizia, ora si discolpano e implorano dopo la convocazione in caserma: «La frequento perché sono innamorato di lei. Vi prego, non fatelo sapere amia moglie».

Ma adesso è in arrivo un patatrac. Un operaio è stato beccato dalla moglie mentre usciva dalla casa della escort, il pandemonio scoppiato ha fatto intervenire i carabinieri che poi hanno fatto visita a Nina e hanno sequestrato la sua agendina. Per questo adesso Jesi trema.