|

Come difendersi dalle alluvioni

Basterebbero poche regole per evitare tante morti causate dalle alluvioni, o che una frana diventi una catastrofe. Anche se il livello dell’acqua e’ basso, attraversare un ponte su un fiume in piena puo’ essere fatale: ”bastano pochi minuti perche’ la macchina cominci a riempirsi d’acqua e sia trascinata via”, osserva il vicepresidente del Consiglio Nazionale dei Geologi, Vittorio D’Oriano.

COME DIFENDERSI DALLE ALLUVIONI – Ci sono regole generali, come quelle sulla manutenzione dei fiumi, che consistono soprattutto nel liberare regolarmente gli argini dalla vegetazione o nel dragare il letto per liberarlo dai materiali depositati. ”I progetti ci sono, ma non sono mai stati realizzati”, dice D’Oriano, e gli interlocutori chiamati a decidere sono tantissimi: dagli enti locali al genio civile, dalle autorita’ di bacino all’Arpa. Come le alluvioni, ”anche le frane sono fenomeni naturali che modellano il terreno, ma diventano catastrofi quando si costruisce in prossimita’ di versanti instabili o sulle aree golenali dei corsi d’acqua”, osserva Eugenio Di Loreto, del Consiglio dei Geologi del Lazio. ”Il problema – rileva – e’ che non si fanno interventi preventivi e si agisce solo davanti all’emergenza”.

AFFRONTARE L’EMERGENZA – Possono fare molto anche semplici regole di comportamento che ognuno puo’ adottare in prima persona. ”Vediamo alla tv e sui giornali le immagini dei fiumi in piena con la gente sui ponti e vicino agli argini: bisognerebbe proibire di avvicinarsi tanto – osserva D’Oriano – perche’ le strutture potrebbero cedere improvvisamente o il fiume potrebbe esondare, con conseguenze drammatiche”. Per questo, aggiunge, bisogna essere ”educati ad affrontare l’emergenza: nelle scuole si fanno le esercitazioni antisismiche, facciamo qualcosa di analogo per le alluvioni perche’ queste, come i terremoti, ci saranno sempre”.

LE REGOLE DEI GEOLOGI – Ecco alcune regole indicate dai geologi in caso di alluvione: interrompere l’erogazione di energia elettrica e gas per evitare incendi; non usare gli ascensori; salire ai piani alti e non scendere negli scantinati per nessun motivo; non avventurarsi nelle strade allagate ne’ a piedi ne’ con mezzi di locomozione; se sorpresi dalla piena lungo una strada, entrare nel primo portone aperto e salire ai piani superiori; se sorpresi dalla piena in auto abbandonare immediatamente l’auto e raggiungere a piedi l’edificio piu’ vicino raggiungendo i piani piu’ alti; non entrare nei sottopassi, anche quando sembrano asciutti; non attraversare ponti anche quando la lama d’acqua che li sormonta sembra modesta; non spostarsi lungo strade allagate; non trattenersi lungo gli argini dei fiumi o sui ponti; non abbandonare un luogo sicuro per raggiungere amici o conoscenti. (ANSA)