Tutti i segreti di Scientology

Li racconta Janet Reitman di Rolling Stone nel suo ultimo libro dedicato alla setta La redattrice di Rolling Stone Janet...

Li racconta Janet Reitman di Rolling Stone nel suo ultimo libro dedicato alla setta

La redattrice di Rolling Stone Janet Reitman non sapeva molto di Scientology, quando ha iniziato a studiarne la teoria religiosa nel 2005, per la rivista. Dal suo articolo originale, “Inside Scientology,” realizzato nel marzo del 2006, Reitman ha trascorso più di cinque anni facendo ricerche sulla storia della chiesa e del suo mercuriale fondatore, L. Ron Hubbard. Il risultato è il nuovo libro di Reitman, sugoso e coinvolgente: Inside Scientology: The Story of America’s Most Secretive Religion. Reitman ha fatto visita agli uffici di Slate per un’ora di chiacchiere su Scientology, sul suo attuale leader, David Miscavige, sulla strategia di marketing della chiesa, basata sulle celebrità, e il numero impressionante di bambini che frequentano le scuole basate sul metodo di Scientology.

Slate: Molti giornalisti che hanno scritto di Scientology in passato, come Paulette Cooper, che ha scritto sulla chiesa negli anni ’60 e ’70, si sono dichiarati distrutti, e alcuni sono stati denunciati dalla chiesa. Hai mai incontrato alcuna intimidazione? Avete preso delle precauzioni su questo aspetto?

Janet Reitman: Quando ho iniziato a costruire la storia per Rolling Stone, ero la persona più ignorante quando si trattava di Scientology. Non avevo idea di come erano stati litigiosi in passato, quindi non avevo paura inizialmente. Quello che mi è successo è stata una telefonata fatta da uno ‘scientologist’ molto noto al mio editore, cercando di screditarmi. Non so cosa abbia detto, ma non ha funzionato. Contemporaneamente o successivamente, la rivista è stata visitata da sorella di Tom Cruise [Lee Anne DeVette], che era il suo addetto stampa, al momento, e un ragazzo di nome Mike Rinder, che era il capo dell’Ufficio del Affari Speciali, l’ala legale riguardante la comunicazione investigativa della chiesa. Ora lui è fuori della chiesa, ma al momento era a capo di quell’area. Lee Anne e Mike hanno visitato gli uffici Rolling Stone, almeno una volta, penso che forse due volte, e poi hanno proseguito con un sacco di telefonate per essere sicuri di monitorare tutta l’indagine. Nel frattempo, io andai a far loro visita in California, per vedere la base internazionale e visitare una delle loro scuole, dal momento che stavo scrivendo su bambini educati dal sistema di Scientology. Ho voluto incontrare i giovani nella chiesa e che erano nel Sea Organization, che è il loro “clero”. E alla fine ce l’hanno permesso all’undicesima ora, proprio quando stavamo per andare in stampa. Ho avuto questo stupefacente contatto. E non solo Rinder ma Tommy Davis, che è l’attuale portavoce della chiesa, e con lui e ho passato tre giorni parlando di qualsiasi cosa. In termini di qualsiasi tipo di intimidazione, lui si mostrò cortese da quando il pezzo uscì, nel 2006.

Slate: Mi piacerebbe sentirti parlare di più sulla tua esperienza presso i centri di apprendimento. Che cosa si osserva nelle loro scuole?

Reitman: Quando la gente mi chiede “Quello che mi ha impressionato di più” Io dico ai bambini. I bambini cresciuti in Scientology sono insolitamente composti, padroni di sé, soprattutto considerando il modo imbarazzante che di solito caratterizza gli adolescenti. Le scuole e Scientology, non voglio chiamarle “scuole di Scientology” perché sono tecnicamente laico, usano ciò che è noto come “tecnologia di studio”, cioè il curriculum progettato da L. Ron Hubbard per l’educazione laica, molto simile a ciò che gli adulti apprendono in chiesa. Essi si concentrano fortemente sui problemi fisici, che per una come me, che aveva difficoltà a concettualizzare la matematica e la fisica, è in realtà piuttosto interessante. Scientology si avvicinò ad uno stile di apprendimento nel 1960 che non è poi diverso, in qualche modo, lavorando soprattutto con i problemi dal punto di vista pratico, da quello che fanno i bambini nelle scuole laiche oggi.Penso che ciò che è male per la tecnica di studio sia che i materiali sono molto orientati intorno Scientology. Hanno un programma morale. Hanno una politica chiamata “etica”, che è il cuore della Chiesa di Scientology. E ‘un modo di comportamento che rafforza una costante auto-analisi e confessione, un sistema di auto-monitoraggio e l’adesione a un sistema rigoroso che è stata creata da L. Ron Hubbard per guidare il mondo che ha creato, quello di Scientology. Una delle ragazze ho scritto nel mio libro, di nome Kendra Wiseman, fu per molti versi un perfetto “bambino di Scientology”: era obbediente, impaziente di partecipare a studi di Scientology, non fu mai ribelle, fino a quando aveva 14 anni. Poi ha avuto questa straordinaria esperienza che è stata una forma di ribellione. Andò in una libreria funky a Los Angeles che si trovò proprio di fronte alla Chiesa di Scientology Celebrity centro. Questo negozio, il Daily Planet, vende cristalli, incensi, e tutte queste cose New Age. Lei raccolse tutto il suo coraggio e comprò una fiala po ‘di olio essenziale e forse un cristallo, e poi la nascose nella sua borsa da palestra e nel suo cassetto a casa perché aveva paura che fosse scoperto. Nel corso dell’anno seguente o giù di lì, lei si è interessato alla Wicca, questa è roba attraverso cui passa ogni ragazza di 14 anni. Ma lei all’improvviso ha annunciato di non essere più una scientologist. Era una Wiccan. Per questo, è stata severamente punita: ostracizzata, sottoposta a tutti i tipi di punizione come eseguire lavori di manutenzione all’interno del campus, espulsa dalla classe. I suoi insegnanti, preside, amici e genitori di amici erano tutti istruiti a non parlare con lei. Ha ricevuto telefonate da genitori, altri bambini le dicevano: “Non vogliamo avere a che fare con te finché non ti redimi”. Questo, mi dispiace dirlo, fa parte di Scientology, e può anche essere parte dell’esperienza educativa di Scientology. Ed è una delle tante storie di cui ho sentito parlare.

Slate: Torniamo alle origini di Scientology. Dal modo in cui lo descrivi il libro del fondatore L. Ron Hubbard, Dianetics, che si chiama “libro uno” presso gli scientologist, sembrava concentrato sulla cancellazione del dolore. Dianetics fu pubblicato nel 1950. Puoi spiegarmi, come si fa nel libro, perché quel momento è stato un terreno di coltura ideale per le filosofie di L. Ron Hubbard?

Reitman: Una cosa che dovete capire su L. Ron Hubbard: era un prodotto per molti aspetti della seconda guerra mondiale. Era un ufficiale della Marina, anche se è discutibile in quale misura abbia combattuto, perché soffriva di ulcera e ha sofferto di numerose altre disabilità fisiche, e sembra sia tornato dalla guerra soffrendo di qualche forma di PTSD. La Chiesa di Scientology afferma che egli era una specie di copertura, e in realtà un ufficiale dei servizi segreti, così da ottenere maggiori informazioni. Non ho mai visto prove di questo. Tuttavia, chiaramente soffriva di qualcosa, e si era appellato all’aiuto psichiatrico della Marina. E nel giro di pochi anni, produsse qualcosa per curarsi del suo trauma. Lo chiamò “Dianetics”. E ‘stato interessante per la gente perché stiamo parlando di un’era in cui non c’era davvero la psichiatria. E’stato un trattamento molto costoso e disponibile solo in una grande città come New York, Washington, Los Angeles. Altre forme di psichiatria come la lobotomia sono state spaventose. E c’erano un sacco di persone traumatizzate.

Slate: E probabilmente ha dato loro una lingua di cui avevano bisogno. Un modo per esprimere quello che stavano vivendo, ci sono tante cose interessanti che Hubbard ha fatto con il linguaggio e la descrizione di cose in Dianetics che sarebbe sembrata confortante.

Reitman: Sì, e lui si è sempre fuso con la scienza. La scienza era una grande passione della metà del 20° secolo, lo sci-fi spopolava, avevamo appena lanciato la bomba atomica, stavamo entrando nello spazio in modo che era estremamente attraente. La religione è diventato estremamente popolare negli anni ’50. Quello era un altro modo di trattare con i propri traumi, di andare in chiesa, che è salito alle stelle in questo periodo. Con Dianetics tale fusione, che è essenzialmente di auto-aiuto, Hubbard ha attinto allo spirito del tempo.

Slate: Sembra che lui fosse veramente bravo a toccare lo spirito del tempo. Negli anni ’60 e primi anni ’70, ha riformulato Scientology per renderlo più spirituale.

Reitman: Un sacco di persone che conosco che sono state coinvolte in Scientology in questo periodo direi che erano “presentiste”. Sono arrivati gli anni 60, e tutto ad un tratto, Scientology divenne attraente per i ragazzi che si stavano ribellando. E lui era come un pifferaio magico o una figura di Peter Pan: questo uomo di mezza età che era molto esuberante e non in sintonia con i tuoi genitori quadrati. Hubbard allora ha sfruttato questo fenomeno come strategia una volta capito cosa stava succedendo. E lo ha fatto davvero bene. La commercializzazione nel corso degli anni ’60 e ’70 è stata incredibile.

Slate: Hai avuto questa descrizione delle tecniche di Scientology di marketing negli anni ’60: “In Kenmore Square o Washington Square, il Shattuck Avenue o Sunset Boulevard, a Haight o Golden Gate Park, belle ragazze vestite in hot pants o minigonne, sorriso radioso come se avessero scoperto un segreto che morivano dalla voglia di condividere, si avvicinavano ai giovani, per lo più studenti universitari di sesso maschile o hippies e li invitavano a tornare a casa con loro”. Ricordo una cosa simile dalla lettura di Helter Skelter, che Charles Manson avrebbe convinto la gente a far parte della famiglia Manson, utilizzando l’invio simile belle ragazze agli uomini.

Reitman: anche gli Hare Krishna lo hanno fatto in quel modo. Si tratta di una strategia facile da vendere. Le giovani donne avvicinavano gli uomini negli aeroporti e nei campus universitari.

Slate: Come funziona il reclutamento ora? Come funziona il loro lavoro di marketing? Ho visto giovani uomini e donne che offrono test di stress nella metropolitana di New York.

Reitman: mi stavano facendo un’intervista l’altro giorno, e [il mio soggetto] ha detto che avevano messo su stress test in una stazione della metropolitana vicino a Prospect Heights a Brooklyn.Passano un momento difficile. Fanno spot televisivi, hanno un sito web bello. Quando sono stata a visitare la chiesa, era sei anni fa: in questo momento, in un caldo giorno di luglio come oggi, ho deciso di andare a vedere la chiesa di New York. Qualcuno mi aveva detto di essere onesta con loro, ma non troppo. Stavo per cambiare l’ortografia del mio nome e non dire loro che ero un giornalista. Mentre camminavo lì, un ragazzo all’angolo della strada dice: “Ehi, volete vedere un film?” E mi porge questo volantino Dianetics. Erano agli angoli delle strade cercando di reclutare, queste persone sono chiamati “router Corpo”. Così stavano facendo che a metà degli anni 2000.

Slate: Per i lettori che non conoscono nulla di Scientology, puoi spiegare quanto spende una persona media che incontra Scientology?

Reitman: Scientology può essere molto costoso. Se il vostro obiettivo è totale libertà spirituale-una sorta di Nirvana, si deve fare una revisione (che è quello che si chiama assistenza di Scientology). Si acquista di revisione allo stesso modo si potrebbe pagare per qualsiasi altro tipo di terapia. Ogni sessione, le comprate in un blocco, è quello che chiamano un “intensivo”. E sono venduti in blocchi di 12-e-un-metà-ora. Potrebbe essere di $ 750 o $ 2.000, a seconda del livello su cui stai lavorando, e alcuni intensivi sono di gran lunga più costosi. A certi livelli, la gente ha a che fare più intensivi per arrivare ovunque.

Slate: Passando per i trattamenti più costosi si va su per la scala spirituale?

Reitman: sì. Il cammino verso l’illuminazione spirituale di Scientology è chiamato Ponte della Libertà Totale, e si può salire come una scala. Il primo grande obiettivo è quello di raggiungere il livello conosciuto come “clear”, dove si suppone che tu sia libero da problemi psicologici e psicosomatici. Questo può richiedere tempi lunghi, si possono spendere tonnellate di soldi. Persone molto entusiaste di Scientology tendono a progredire ad un ritmo abbastanza costante di “clear”. Dopo la “clear”, è possibile avanzare a ciò che sono spesso chiamati i “livelli segreti”, dove si impara la teologia e il mito della creazione della chiesa e capire di cosa si tratta.

Slate: Nel libro si parla di persone che hanno sottoscritto un miliardo di anni di contratti con la chiesa.

Reitman: Gli Scientologist credono di aver vissuto per sempre e di vivere per sempre. Un miliardo di anni è simbolico. Ti iscrivi e doni la tua vita alla chiesa. E quando lo fai, è un pegno.

Slate: Sembra che le regole sono più rigide dopo la morte di Hubbard e attuale leader di Scientology David Miscavige ha preso le redini. Pensi che si sarebbe trasformata in qualcosa di diverso se qualcun altro avesse assunto il comando?

Reitman: Beh D.M. è fondamentalmente come la Brigham Young della Chiesa, e Hubbard è Joseph Smith. Miscavige era il più forte tra un gruppo di candidati forti, tra cui un ragazzo di nome Pat Broeker, che sembrava il successore reale. Una delle mie fonti di metterla così: Miscavige ebbe la meglio su Hubbard. Cosa incredibile, perché si suppone per visualizzare Hubbard come infallibile, e Miscavige non aveva alcuna esperienza reale nel mondo esterno, entra a far parte della Sea Organization a 16 anni e viveva in una base di Scientology con i suoi genitori. A 11 o 12 anni davvero non era un “ragazzo normale”.

Slate: Parli di come le celebrità siano state usate da Miscavige come strumento di marketing, nomi come Tom Cruise. Ma la strategia di usare le celebrità li ha aiutati alla fine?

Reitman: No, penso che sia stata veramente dannosa. Hubbard voleva reclutare persone di primo piano in modo da poter diffondere la notizia. Che in sé e per sé è stata una politica funzionale, ideologicamente. Quello che è successo è che la strategia di marketing di Miscavige era sempre più celebrity-oriented. Guardò il pubblico americano dalla sua bolla e vide ciò che affascinava la gente, e lui sembrava credere che nella nostra cultura, sempre più ossessionata dalla celebrità, quello avrebbe potuto essere un punto vendita reale. Così li ha messi su un piedistallo. Ma le celebrità non ti muovono spiritualmente.

Slate: Cosa ti ha sorpreso di più su Scientology, oltre ai bambini?

Reitman: la normalità di un sacco di gente. Ho vecchi cugini che erano gli hippies negli anni ’60 e primi anni ’70, e ho passato quella fase in cui ho pensato che era davvero bello. Sentire quanto fosse facile per loro entrare in questa chiesa, mi ha fatto capire che con il passo giusto di vendita e senza le informazioni negative, tutto questo potrebbe sembrare molto attraente. Sono incredibili addetti alle vendite. Lavorano sodo per farti sentire bene.

Slate: se non ci fosse la barriera finanziaria, pensi che più persone si unirebbero? La chiesa è in crescita o in calo?

Reitman: Penso che sia in calo. Basta andare in chiesa, nessuno è lì.

Slate: Ma allora come fanno a pagare i $ stimato 90 milioni di dollari rinnovamento della loro struttura Clearwater, che si parla di nell’epilogo? Da dove viene quel denaro?

Reitman: Raccolgono fondi da loro membri, che danno danno e danno, a quanto pare. I consulenti scientologist, che sono generalmente concessi in licenza da WISE danno loro consigli, ed è così che ottengono che i membri si uniscano alla chiesa. Queste persone fanno un sacco di soldi.