|

La 14enne incinta di sette mesi che muore mentre va in ospedale

Una ragazza di 14 anni al settimo mese di gravidanza è morta durante il tragitto all’ospedale Santissimo Salvatore di Paterno’, probabilmente per un infarto. I medici non sono riusciti a salvare il piccolo.  La ragazza è stata colta da malore, accusando fitte al petto e alla spalla sinistra, mentre era a casa del suo fidanzato 18enne. Per i carabinieri morta per un malore

LA QUATTORDICENNE INCINTA -La tragedia è avvenuta la notte scorsa, poco dopo l’una. La ragazzina, che avrebbe compiuto 15 anni a marzo, originaria di Belpasso, abitava nella casa dei futuri suoceri a Paternò, con il fidanzato 18enne dal quale, da sette mesi, aspettava un bambino. All’improvviso si sarebbe sentita male, accusando dei forti dolori al torace e alla spalla sinistra. La giovanissima puerpera è uscita di corsa di casa per “fame d’aria”, respirando affannosamente. I futuri suoceri l’hanno soccorsa immediatamente e condotta, in auto, nell’ospedale Santissimo Salvatore di Paternò, dove per•ò la ragazza è arrivata già morta. La causa del decesso è stata collegata a un arresto cardio-respiratorio. I medici hanno tentato di salvare il bambino che la 15enne aveva in grembo, ma il cuore del feto aveva già cessato di battere.

LE INDAGINI SUL DECESSO – Indagini sull’episodio sono state avviate da carabinieri della compagnia di Paternò e del comando provinciale di Catania che hanno sentito medici del Santissimo Salvatore e familiari della ragazza e del suo fidanzato. Militari dell’Arma escludono in maniera certa il dolo e ritengono, invece, che la morte sia da collegare a un malessere naturale, legato forse a una patologia congenita della 15enne. Accertamenti, a scopo conoscitivo, sono in corso per verificare le cure seguite durante la gravidanza. La Procura di Catania ha aperto un’inchiesta conoscitiva e, al momento, non ha disposto l’autopsia, ritenendo sufficiente l’esame medico legale esterno. (ANSA).