Vomito, alcol e cocaina: chi per dimagrire è disposto a tutto

Rimedi estremi e pericolosi usati purtroppo a tutte le età Troppo facile limitarsi a non mangiare dolci e fritti. Nella...

Rimedi estremi e pericolosi usati purtroppo a tutte le età

Troppo facile limitarsi a non mangiare dolci e fritti. Nella lotta alle rotondita’ “che ormai accomuna 12-13enni e 30-45enni” ogni ‘trucco’ e’ permesso.

ALCOL E COCAINA – “Cosi’ il 50% delle nostre pazienti, circa 3 mila l’anno in tutta Italia, si affida a un rituale pericolosissimo: mangiano, vomitano, bevono alcolici e sniffano cocaina. Tutto pur di essere magre come adolescenti”. Lo testimonia Fabiola De Clercq, fondatrice di Aba (Associazione per lo studio e la ricerca sull’anoressia: www.bulimianoressia.it).

TUTTO PER NON SENTIRE LA FAME – L’esperta spiega come l’attenzione nei confronti del peso ‘contagi’ ormai in Italia sempre piu’ spesso le giovanissime, ma anche donne ‘mature’, almeno per eta’. “Abbiamo casi di bambine anoressiche o bulimiche gia’ a 10-12 anni, e di donne che cadono in questa spirale a 45-50 anni”, dice l’esperta, che sottolinea come a un certo punto l’unica cosa importante sia evitare di accumulare etti. “Si prova ogni cosa: si mangia in pubblico e poi si vomita di nascosto. Si consumano alcolici e coca per stare su e non sentire la fame”.

ITALIA NEI GUAI - Agli occhi di De Clercq, la cui associazione riceve almeno 3 mila chiamate telefoniche ogni anno al numero verde ad hoc (800165616) e segue altrettante giovanissime e non – “ma ora anche qualche ragazzo” – in Italia “c’e’ una vera epidemia di anoressia e bulimia. Una situazione ben peggiore, ad esempio, rispetto a quella che vedo anche in questi giorni in Franca. Forse perche’ tradizionalmente le donne francesi sono state da sempre piu’ attente alla linea e alla cura di se’”, ipotizza. E questo le avrebbe rese meno vulnerabili alle sirene dell’eccessiva magrezza.

(ADNKRONOS)