|

Equitalia, la sanatoria su multe e interessi di mora

Arriva la sanatoria di Equitalia con il pagamento delle cartelle che risalgono al 30 ottobre, pagabili fino al 28 febbraio. Già 200 i contribuenti che hanno aderito. Secondo quanto previsto dalla Legge di Stabilità approvata a dicembre, entro il 28 febbraio i contribuenti hanno la possibilità di pagare in un’unica soluzione, senza interessi di mora e interessi di ritardata iscrizione a ruolo, le cartelle e gli avvisi di accertamento esecutivi affidati entro il 31 ottobre 2013 a Equitalia per la riscossione. In questa infografica di Centimetri vediamo la sanatoria di Equitalia su multe e interessi di mora:

EQUITALIA

EQUITALIA, LA SANATORIA SU MULTE E INTERESSI DI MORA – Spiega il Corriere della Sera:

L’operazione, che prevede il pagamento delle somme dovute, dell’aggio e delle spese di notifica, con un pagamento in un’unica soluzione, anche di quelle già rateizzate, permetterà un risparmio assai limitato, circoscritto ai soli interessi di mora, che per il 2103 sono pari al 5,22% su base annua e, nel caso dei debiti erariali, agli interessi per la ritardata iscrizione a ruolo. Conviene, in sostanza, a chi deve pagare somme molto elevate, o a chi ha debiti molto vecchi, circostanze nelle quali il peso degli interessi di mora è rilevante. Molto di meno a chi ha pendenze recenti o di importo relativamente modesto, e soprattutto a chi ha problemi di liquidità, per i quali la strada della rateizzazione è sicuramente più allettante che non quella del pagamento in un’unica soluzione allo scopo di risparmiare pochi euro di interesse. Fatto sta che dal primo gennaio a oggi, secondo Equitalia, sono stati appena 200 i contribuenti che hanno chiesto la sanatoria degli interessi.

Il quotidiano segnala anche le opzioni:

In alcuni casi continua ad essere conveniente la rateizzazione del debito, che Equitalia concede in via automatica. Se la cartella è elevata, e un contribuente non ha immediata disponibilità di denaro, potrebbe essere preferibile pagare in rate che possono arrivare anche a 10 anni. Per una cartella di 1000 euro di un anno, il risparmio degli interessi, con la sanatoria, pagando tutto sull’unghia, sarebbe pari a circa 52 euro. La rateizzazione in quattro anni costerebbe circa 200 euro di interessi, ma pagando 25 euro al mese. Al contrario, potrebbe convenire la sanatoria a chi ha già un piano di rateizzazione e solo ora ha la liquidità per pagare.