La Dimagenina finisce sotto inchiesta

A Torino avviata un’indagine sulla Lloyd Pharma, produttrice della pillola che si gonfia per far dimagrire Ne parla il Corriere...

A Torino avviata un’indagine sulla Lloyd Pharma, produttrice della pillola che si gonfia per far dimagrire

Ne parla il Corriere della Sera in un articolo a firma di Adriana Bazzi: la pillola che si trasforma in palloncino nello stomaco e aiuta a perdere peso, come dice la pubblicità,è sotto inchiesta. Il procuratore aggiunto di Torino, Raffaele Guariniello, ha avviato, nei confronti dell’azienda produttrice, la Lloyd Pharma, un procedimento penale perché quest’ultima non ha sospeso la pubblicità del prodotto (nome commerciale: Dimagenina) nonostante il ministero della Salute ne avesse ordinato l’immediata cessazione.

L’azienda avrebbe violato l’articolo 650 del Codice penale che considera reato l’inosservanza di un provvedimento dell’autorità. La questione del contendere sta in due parole: «dispositivo medico», perché così viene definita la Dimagenina nelle réclame. Ora: i dispositivi medici (prodotti destinati alla diagnosi o al controllo di una malattia, tipo pacemaker o lenti a contatto) devono dimostrare la loro sicurezza ed efficacia grazie a studi clinici, come avviene per i farmaci. Non solo: anche la loro pubblicizzazione deve essere autorizzata, ma questo non è avvenuto per la pillola della sazietà. Adesso l’azienda, inglese, con una sede a Perugia per l’attività di importazione, sostiene, secondo la Procura di Torino e contrariamente alla scritta sulle confezioni, che il suo prodotto non è un dispositivo medico, ma un complemento alimentare. Si attendono ora gli sviluppi della vicenda. La Dimagenina (nome generico iporessina) è un prodotto curioso. Viene definita, sulla confezione, «agente riempitore — palloncino intragastrico di idrogel» ed è costituita da gomma naturale microcristallizzata di origine vegetale, incorporata in una capsula rigida. Una volta inghiottita, con un bel po’ d’acqua, si gonfia fino a raggiungere le dimensioni di una palla da tennis che riempie lo stomaco e stimola il senso di sazietà. Nel giro di un’ora, poi, si disgrega e viene eliminata attraverso l’intestino, senza essere assorbita. Dove trovarla? Nelle farmacie, naturalmente, e in Internet dove si può comperare a prezzi ribassati: fino al 28 per cento di sconto, negli outlet farmaceutici online, sui 120 euro per 60 capsule del tipo extraforte.