|

Il mondo sommerso dei pesci fluorescenti

I ricercatori dell’American Museum of Natural History hanno catalogato decine  e decine di pesci fluorescenti. La bioluminescenza è uno dei fenomeni più interessanti della vita animale: sono molti gli organismi che riescono a catturare l’energia delle radiazioni elettromagnetiche ad onde corte come i raggi X o i raggi ultravioletti convertendola poi in un nanosecondo in luce con maggiore lunghezza d’onda. La notizia è stata riportata dall’Huffington Post.

http://www.plosone.org/article/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0083259
http://www.plosone.org/article/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0083259

I PESCI BIOLUMINESCENTI – Il mare è pieno di creature bioluminescenti ed i ricercatori dell’American Museum of Natural History hanno catalogato più di 180 specie di pesci fluorescenti durante una spedizione che ha toccato i Caraibi e l’Oceano Pacifico. Soprendentemente non si tratta di specie sconosciute, ma di squali, razze, anguille e ghiozzi che hanno sviluppato questo modo di comunicare nelle profondità marine.  I ricercatori, che hanno pubblicato la loro scoperta sulla rivista PLOS ONE, sono fiduciosi del fatto che il loro lavoro potrà essere utile per costituire le basi della ricerca in questo ambito. Sono infatti convinti che sintetizzare le proteine che permettono agli animali di brillare in quel modo possa essere utile per la scienza e la medicina, come quando negli anni ’60 la scoperta della proteina verde fluorescente di una specie di medusa fu fondamentale per la ricerca riguardante molte malattie umane.