|

I 10 film più belli di Brad Pitt

Il Time ci propone i dieci film più belli di Brad Pitt. Un modo fantastico per festeggiare i primi cinquant’anni dell’attore americano salito agli onori della cronaca nel 1991 grazie a Thelma e Louise che ha spalancato per lui le porte di Hollywood.

1) THELMA & LOUISE (1991) – L’allora sconosciuto Brad Pitt interpretò poche scene impersonando J.D, un autostoppista che ha rubato il cuore di Thelma e l’attenzione degli spettatori.

2) IN MEZZO SCORRE IL FIUME (1992) – Scelto direttamente dal regista Robert Redford, interpreta Paul Maclean e la sua parte è quella di un ragazzo cattivo ma amabile, oltre ad un artista dotato di canna da pesca.

3) SEVEN (1995) – Pitt qui è il detectie David Mills trascinato all’inferno da un serial killer. Il film diventa un culto che cambia la percezione dell’attore da parte del pubblico.

4) L’ESERCITO DELLE 12 SCIMMIE (1995) – La prima nomination all’oscar arrivò grazie a questo film ed al personaggio di Jeffrey Goines che Brad Pitt analizzò nei suoi anfratti più reconditi regalando un’interpretazione emozionante e profonda.

5) FIGHT CLUB (1999) – Un altro ruolo difficilissimo ma l’entrata nel personaggio di Tyler Durden è a dir poco magistrale. E la pellicola diventa un pezzo di storia.

6) SNATCH – LO STRAPPO (2000) – L’accento irlandese di Pitt nei panni di Mickey O’Neill ha fatto storcere il naso ai puristi anche se la commedia diretta da Guy Ritchie è apparsa fresca e brillante.

7) L’ASSASSINIO DI JESSE JAMES PER MANO DEL CODARDO ROBERT FORD (2007) – Il regista Andrew Dominik ha cercato di condurre Brad in un percorso pericoloso e tagliente ma il film ha ottenuto meno di quanto ci si aspettava, nonostante la perfezione nella regia e nell’interpretazione.

8) IL CURIOSO CASO DI BENJAMIN BUTTON (2008) – È difficile pensare ad un’interpretazione migliore di quella di Brad Pitt in questo film.

9) BASTARDI SENZA GLORIA (2009) – Qui Pitt riesce a cambiare completamente la pellicola di Tarantino rendendola quasi eroica grazie alla sua interpretazione.

10) L’ARTE DI VINCERE (2011) – Pitt cerca di leggere il suo personaggio, Billy Beane, riscrivendolo in chiave più interessante vivendo sulla sua pelle la storia di un atleta promettente ma dalla vita piena di rimpianti per decisioni sbagliate ed in cerca di riscatto.