|

Cosa rischia chi va in bicicletta con le cuffie

Chi va in bici con le cuffie rischia una multa fino a 160 euro. La Stampa ricorda il divieto nel Codice della Strada che ha già fatto vittime negli scorsi anni:

Lo sanno i vigili – non tutti, ve lo assicuriamo – e sicuramente i 12 ciclisti con le orecchie tappate multati nel 2012 (nove) e i tre beccati nel 2013 (il dato risale a fine settembre). Per loro un salasso di 160 euro che oggi, se pagati entro i 5 giorni previsti dalla nuova legge, possono vedere alleggerito a 112 euro che sono pur sempre una bella zuppa. Una violazione prevista dal Codice della Strada entrato in vigore il primo gennaio del ’93.

E quindi:

«Il Codice – spiegano il comandante dei vigili, Gregnanini, e Giovanni Acerbo – dice che è vietato al conducente (e il ciclista è un conducente come il guidatore di un autotreno, ndr) di far uso durante la marcia (e non al semaforo, ndr) di apparecchi radiotelefonici, ovvero di usare cuffie sonore ad eccezione delle Forze armate e di pubblica sicurezza. Una volta erano compresi anche gli autisti dei bus, ma sono stati esclusi».

L’auricolare (unico) è invece permesso.