|

I cittadini che fotografano il sesso in strada a Roma

Sarà un segno dei tempi, sarà una moda, ma da Roma lamentano che dilaghino i rapporti sessuali tra clienti e prostitute in piena vista e in pieno giorno.

LA SEGNALAZIONE – Lo segnala Romafaschifo.com, un tipico blog di auto-denigrazione cittadina che con il pretesto meritorio di segnalare quello che non funziona in città, si trasforma spesso in palestra volgare per l’esercizio della caccia agli sgraditi o in sfogatoio di bassi istinti. In questo caso però è difficile dare torto al lamento che sale da Santa Palomba, estrema periferia romana, perché lo spettacolo ritratto da un cittadino indignato, o da una cittadina, è in effetti in aperto contrasto con le leggi e anche con l’accettabile, stante l’attuale comune senso del pudore, anche a stiracchiarlo un po’.

L’OUTDOOR TIRA – Protagonista in questo caso è una sola prostituta, troppo poco per poter lanciare l’allarme generale, anche se attraverso lo stesso sito ne sono state censite diverse, ma è pur smpre vero che nessuno tra i suoi clienti sembra trovarci niente di male e nessun imbarazzo ad accoppiarsi in pieno giorno in mezzo a una strada, nudità al vento.

DITE LA VOSTRA – Come spesso accade in occasioni del genere, un divertimento a parte sono i commenti, che spaziano dall’estremista che invoca le camere a gas per prostitute e clienti, allo spiritoso che ringrazia per la dritta, fino a quello che: «Santa Palomba è Roma solo sulla carta, fino a 15 anni fa era campagna e ci si andava a fa l’amore per campi; il vero schifo non è il sesso ma la cementificazione dell’agro-romano: impariamo a guardare il problema da un altro punto di vista.»