Rapita da neonata, ritrovata dopo 23 anni

Rapita in ospedale, non se ne seppe più nulla. Ora risalta fuori. Una storia che, al tempo, deve aver fatto...

Rapita in ospedale, non se ne seppe più nulla. Ora risalta fuori.

Una storia che, al tempo, deve aver fatto davvero preoccupare la mamma della bambina sparita dall’ospedale di New York. Nel giorno più bello della tua vita, tua figlia ti viene rapita direttamente dalla culla. Vai per vederla e non la trovi: e la storia prende una piega che non ti aspetti.

Più di due decenni fa, una bambina malata di febbre fu rubata da una culla del New York City Hospital, con la madre che tornava nella sala emergenze a trovare una culla vuota. Ieri, la polizia ha annunciato che la bambina – ora una donna – è stata rintracciata. Carlina White aveva solo 19 giorni quando è sparita dall’Harlem Hospital il 4 di agosto del 1987. La polizia cercò di rintracciare i rapitori, ma non è mai riuscita a trovare abbastanza prove per spiccare un’accusa. La madre, Joy White, ha sempre detto di aver saputo che la bambina era viva.

RITROVATA – E viva, lo era davvero. Ora, donna quasi fatta, rispunta fuori. “Ho sempre saputo”, dice, “di essere diversa dalle persone che mi avevano cresciuto”.

Il 4 gennaio, una donna nota come Nejdra Nance, cresciuta a Bridgeport, Connecticut, e che ora vive ad Atlanta, ha contattato la White, inviando foto infantili che sembravano praticamente identiche a scatti di Carlina postati su un sito di bambini scomparsi. Nance ha detto alla White che pensava di essere sua figlia. “Mi disse che aveva un presentimento, che sentiva di essere diversa dalle persone che l’avevano cresciuta”, ha detto la nonna di Nance, Elizabeth White. “Ha cercato, e ha trovato Joy”.

Il test del DNA ha confermato: Nejdra Nance è Carlina White.